Quotidiani locali

Caserma dei carabinieri scontro sulla sicurezza

Mirano. La Lega attacca Pavanello: «Continua a promettere lavori e non fa nulla» Il Carroccio chiede alla sindaca di appoggiare le iniziative di Campocroce

MIRANO. Scontro sulla sicurezza. A Mirano la Lega porta in Consiglio la questione, mentre a Campocroce, tartassata dai furti, i cittadini si riuniscono in assemblea e proseguono le ronde serali. A Santa Maria di Sala, invece, che con Mirano condivide la stazione dei carabinieri, è scontro politico sulla riqualificazione della caserma. Dopo che il ministero ha di fatto messo una pietra sopra l’ipotesi di istituire una tenenza, ai due Comuni resta solo l’ampliamento della stazione di via Vivaldi.

La Lega di Mirano va all’attacco: «La recente ondata di furti dipinge una situazione ben diversa da quella spacciata dal sindaco Pavanello: Mirano sta diventando sempre più meta dei ladri», affondano Andrea Tomaello e Matteo Cappelletto, «colpite quasi ogni sera le frazioni e anche zone centrali, come i quartieri Moro o Gramsci non si sentono sicuri». Pronta un’interpellanza urgente sul tema, intanto il Carroccio avanza alcune proposte: «Armare subito la polizia locale, perché possa svolgere il turno di notte, predisporre tavoli di confronto tra cittadini, Comuni e forze dell’ordine, con il riconoscimento e il supporto ai comitati volontari di controllo del territorio, attuare la videosorveglianza e predisporre un sistema di luci a led per le zone più buie».

Dunque la Lega chiede al Comune di appoggiare anche iniziative spontanee come quella di Campocroce, dove il comitato Campocroce Sicura ha organizzato “passeggiate di sicurezza” nei quartieri per scoraggiare le incursioni dei ladri. Qui, domani alle 20.30, al campo sportivo, assemblea per fare il punto della situazione. Pavanello, però, con la quale in passato non sono mancati scontri, ha già fatto sapere che non ci sarà. E sulla questione della caserma la Lega aggiunge: «Pavanello continua a promettere i lavori, ma deve ancora muoversi presentando i progetti nelle sedi opportune. La Regione aveva messo a disposizione finanziamenti, il sindaco non ne ha approfittato».

Versione respinta al mittente dalla sindaca, che rimanda ogni confronto sul tema al prossimo Consiglio: lì, oltre all’interrogazione, la giunta discuterà anche le linee programmatiche di mandato, dove una parte importante del documento è riservato proprio al tema della sicurezza. Lunedì, intanto, a Santa Maria di Sala la ristrutturazione della stazione dei carabinieri è stata oggetto di scontro tra la maggioranza del sindaco Nicola Fragomeni e il centrosinistra: «Il nostro Comune mette 100
mila euro per l’adeguamento della caserma», tuona Giuseppe Rodighiero, «senza che sia previsto l’arrivo di nuovi carabinieri». «Per ora», replica Fragomeni, «perché in realtà i lavori prevedono un ampliamento proprio in funzione dell’aumento di organico».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista