Quotidiani locali

Apre Decathlon il centro Tecnopolis ancora più forte

San Donà. La periferia si arricchisce di un nuovo colosso commerciale, mentre i negozi in centro arrancano

SAN DONÀ. Apre oggi il nuovo negozio sportivo “Decathlon” nella zona commerciale di San Donà. E con l’inaugurazione del colosso commerciale, che promuove domenica un evento sportivo per festeggiare con la città, si chiude la dotazione del centro Tecnopolis iniziata con la colonizzazione dell’area da parte del Centro Piave e dell’Ipercoop ormai vent’anni fa.

E c’è chi sostiene che proprio allora fu decisa la fine del centro cittadino, quando ancora oltretutto doveva arrivare l’outlet di Noventa. Decathlon dunque approda anche a San Donà, dopo le sedi trevigiane di Silea e Olmi, e completa il grande e più recente ampliamento dell’area Sme, dove è arrivato un grande negozio di abbigliamento di una catena tedesca, il supermercato Lidl, senza considerare sempre nelle vicinanze della zona anche l’apertura di un ristorante cinese, poi della catena Poltronesofà. Tutte aperture che hanno dato impulso alla zona commerciale della città ormai sempre più vivace e attrattiva per catene e negozi di ogni genere. Tanto che anche gli affitti nell’ambiente della ristorazione e non solo, sono lievitati, fino a 5 mila euro al mese, non senza polemiche e proteste da parte dei titolari che chiedono comunque affitti calmierati per non essere costretti a chiudere i battenti.

Tra le prossime aperture in città anche un supermercato della catena tedesca Aldi, con prodotti di alta qualità a prezzi concorrenziali, in via Vizzotto, poi un a discount probabilmente davanti alla zona del cimitero. E tra pochi giorni la Domus Brenta aprirà accanto al supermercato Mega di Mussetta un ristorante e bar della catena American Graffiti in stile Happy Days e con pietanze tipicamente Usa. La stessa società Domus Brenta che vorrebbe acquistare dalla banca, dopo il fallimento dell’operazione immobiliare collegata, la vetusta Villa Ancillotto per farne un grande albergo a 5 stelle tra San Donà e Noventa, in quella che è stata dimora anche dei circensi Orfei. Di recente ha aperto inoltre un ristorante vegano, primo in assoluto a San Donà, su una laterale di via Unità d’Italia “Tutti Frutti” in via Monte Popera.

Le attività continuano così ad aprire nel perimetro cittadino, mentre ancora si attende la rinascita
e il rilancio del centro dove hanno aperto soprattutto tanti bar ora in forte concorrenza tra di loro. La prossima sfida sarà pertanto una rinascita del centro di San Donà attesa da anni e non ancora garantita da iniziative quali la pedonalizzazione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista