Quotidiani locali

Vittoria di due anni uccisa da una colonna e Alex travolto dal cancello di casa

I precedenti: i bambini e le nostre case. Un pericolo costante che ogni anno miete vittime innocenti

MARCON.. A fine agosto del 2012 una tragedia simile costò la vita alla piccola Vittoria Dammico di soli due anni, morta dopo essere stata schiacciata dalla colonna di cemento che reggeva un vaso all'interno della casa dei nonni, in via Salvo D'Acquisto a Marocco di Mogliano.

leggi anche:

La bambina era stata lasciata lì dai genitori, che abitano a Cazzago di Pianiga, come tante altre volte. Aveva trascorso il pomeriggio riposando e giocando a terra nel salotto della villetta di due piani in stile inglese, davanti alle vetrate che illuminavano la casa quando è successo il dramma.

Non è chiaro se la piccola fosse in piedi, o stesse giocando sdraiata a terra, certo è solo il fatto che ad un certo punto abbia urtato la colonnina di cemento usata per reggere un vaso e che questa, pesantissima, le sia caduta addosso colpendola alla testa e al torace.

L'impatto è stato violentissimo, la bambina è stata travolta in pieno senza nemmeno rendersi conto di quanto accadeva. Nella casa si è sentito solo il blocco di cemento d'arredo che ricadeva a terra dopo averla colpita. Non appena i nonni si sono voltati ed hanno visto il corpo della piccola Vittoria a terra, senza vita, nella casa sono risuonate urla strazianti. Il nonno, sconvolto, ha tentato di rianimare la piccola che già non dava segni di vita poi è stato allontanato dalla moglie che si è gettata sul corpo della nipotina cercando un inutile massaggio cardiaco, mossa dalla totale disperazione.

A dare l'allarme ai soccorsi è stato l'anziano, in terribile stato di choc. Vittoria è stata intubata all'interno della casa dei nonni e trasportata d'urgenza al pronto soccorso del Ca' Foncello di Treviso dove i medici hanno tentato un ultimo tutto per tutto.

leggi anche:

Ma non c'è stato nulla da fare. Dopo pochi minuti, la piccola Vittoria veniva dichiarata morta. Troppo profonda la lesione riportata al cranio ancora debole, troppo grave la lesione toracica dovuta a quell'enorme peso cadutole addosso.

Cinque anni prima a Istrana era morto il piccolo Alex Codello, cinque anni, dopo essere stato travolto e schiacciato dal cancello di casa.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista