Quotidiani locali

Bimbi in acqua, canoe in piazza S. Marco

Due donne fanno giocare i figli vicino alla Riva del Carbon, multati gli escursionisti: «Ben vengano, ma rispettino le regole»

VENEZIA. Parcheggiano la canoa in piazza San Marco, turisti multati per l’inusuale parcheggio. E poi ancora un barba allo slogan “enjoy rispect”, dei turisti hanno fatto fare il bagno ai figli in Canal Grande, da Riva del Carbon. L’associazione Venessia. com che ha reso pubblico la multa ai canoisti sottolinea: «Ben vengano i canoisti ma servono fasce orarie e regole certe anche per loro».

I canoisti sono arrivati in piazza San Marco e hanno parcheggiato le imbarcazioni tra le colonne dal lato della “bocca di Piazza” nel salotto più bello del mondo per poi concedersi una passeggiata notturna e un caffè al Florian. Il fatto è avvenuto domenica sera intorno alle 22. Gli escursionisti, su tre imbarcazioni, sono stati multati dalla polizia municipale per occupazione di suolo pubblico. In precedenza avevano cercato di ormeggiare le imbarcazioni negli stazzi dei gondolieri. Ma sono stati allontanati. La foto, resa pubblica dal gruppo Facebook venessia. com, ripropone la questione dell’uso della città da parte dei turisti in visita. Matteo Secchi, uno degli amministratori del gruppo, sull’arrivo dei canoisti ha le idee chiare: «Ben vengano le canoe. Anzi, noi vorremmo che la laguna fosse piena di questi mezzi che non inquinano e non vanno a motore. Ma servono regole: le canoe non possono girare nei canali interni negli orari di punta, per non intralciare traffico di merci e trasporto. Servono quindi delle fasce orarie che consentano ai canoisti di muoversi senza causare problemi alla vita della città».

E continuando una moda che in estate ha imperversato in città, ieri pomeriggio una famiglia tedesca ha fatto fare il bagno in Canal Grande, ai loro due figli.

Si tratta di due piccoli che dimostravano due e tre anni, La madre ad un certo punto li ha spogliati completamente nudi e li ha messi con le gambette e i piedi in acqua, sugli scalini di un imbarcadero di Riva del Carbon a due passi da Ca’ Farsetti. I bambini si sono divertiti un mondo, mentre la mamma e un’altra donna li tenevano per evitare che finissero completamente in canale. Il gioco, per la gioia dei piccoli, è durato mezz’ora attirando l’attenzione di numerosi passanti. Qualcuno si è avvicinato loro per spiegare che si tratta di acqua sporca e inquinata e che i piccoli rischiavano così di rimediare qualche malattia e che conveniva togliere dall’acqua i bambini. Ma i consigli non sono stati seguiti. Qualcuno, sia turisti che veneziani, divertito, li ha pure fotografati. Qualche veneziano
ha mandato a quel paese il gruppetto. Ma a quanto pare nessuno ha chiamato la polizia locale o altre forze dell’ordine per far smettere il “bagnetto”. Quindi la famigliola gtedesca, dopo aver rivestito i piccoli, tranquillamente si è allontanata.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista