Quotidiani locali

pramaggiore 

I carabinieri arrestano la banda dei giostrai

PRAMAGGIORE. Per quasi due mesi, a fine 2016, avevano seminato il panico tra le province di Treviso, Venezia e Pordenone mettendo a segno una violenta rapina in casa a Castelfranco, spaccate in tre...

PRAMAGGIORE. Per quasi due mesi, a fine 2016, avevano seminato il panico tra le province di Treviso, Venezia e Pordenone mettendo a segno una violenta rapina in casa a Castelfranco, spaccate in tre locali slot machine e due furti di automobili per realizzare i colpi. Il blitz, che ha portato all’arresto di cinque giostrai (uno di Gorgo al Monticano, due di Montebelluna, uno di Vedelago e l’ultimo di Rosà) è stato portato a termine dai carabinieri del Comando provinciale di Treviso. A partecipare alla cattura dei malviventi, oltre ai militari trevigiani, anche il nucleo cinofili di Torreglia e degli aeromobili del 14° Nec di Belluno.

L’episodio più grave contestato alla banda risale al 19 novembre del 2016 quando il gruppo mise a segno una rapina a Castelfranco a casa di un piccolo imprenditore. Avevano minacciato il padrone di casa e la moglie con un cacciavite dicendo loro che se non avessero collaborato avrebbero utilizzato anche la pistola che uno di loro avrebbe avuto in tasca. L'uomo rimase anche ferito a un avanbraccio dal colpo di
cacciavite. Il bottino era stato di circa 2.500 euro.

Successivamente i cinque avrebbero preso di mira alcune sale slot a Pramaggiore (26 novembre), Zoppola (3 dicembre) e Azzano Decimo (19 dicembre), portando via una somma complessiva pari a 15.000 euro tra contanti e tabacchi.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista