Quotidiani locali

questione elettrodotto 

Oggi i sindaci della Riviera a Roma contro la linea aerea

STRA. I sindaci di Stra, Dolo, Vigonovo, Fossò, Mira, Camponogara e Saonara saranno questa mattina al Ministero dello sviluppo economico per dire “No” all’elettrodotto aereo Fusina– Camin e puntano...

STRA. I sindaci di Stra, Dolo, Vigonovo, Fossò, Mira, Camponogara e Saonara saranno questa mattina al Ministero dello sviluppo economico per dire “No” all’elettrodotto aereo Fusina– Camin e puntano all’elettrodotto completamente interrato.

Intanto il Comitato Opzione Zero lancia l’idea di un boicottaggio delle strutture di Terna fino ad arrivare ad uno sciopero del pagamento della bolletta ad una società come Enel, che fornisce un servizio pubblico e che lavora a stretto contatto proprio con Terna.

«Si tratta di un incontro tecnico al quale», spiega la sindaca di Stra. Caterina Cacciavillani, «con il consulente che abbiamo incaricato il professor Giovanni Campeol, opporremo le nostre contrarietà nello specifico, ad un opera che devasterà l’ambiente creando nel lungo periodo anche problemi alla salute dei cittadini». Il riassetto complessivo della rete elettrica da Fusina a Camin prevede22, 2 km di nuove linee, con la dismissione di oltre 70 km di linee esistenti e l’abbattimento di 281 tralicci, con un saldo di 208 sostegni in meno sul territorio veneto. Saranno quindi liberati circa 140 ettari di territorio dalla servitù di elettrodotto, con benefici per 1. 155 edifici oggi collocati a 100 metri dalle linee che saranno demolite. «La nostra contrarietà a quest’opera è già stata espressa in diverse sedi», continua Cacciavillani, «Sulla stessa nostra posizione a c’è anche la Regione e la Città Metropolitana di Venezia».

Nel frattempo dal comitato Opzione zero arriva l’idea di una protesta estrema se Terna non volesse sentire ragioni e tirasse dritto. «Oltre ai ricorsi legali che abbiamo pronti», spiega il presidente Mattia Donadel, «simo pronti anche
a invitare i cittadini a boicottare Terna e le società che lavorano in stretta connessione come Enel, fino ad invitare la gente a uno sciopero della bollette, considerato che chi realizza questa rete realizza opere dannose al paesaggio e alla gente».

Alessandro Abbadir

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista