Quotidiani locali

traffico a san donà 

«I residenti possono chiedere risarcimenti»

SAN DONÀ. «I residenti di via Jesolo e via Eraclea possono pretendere dei risarcimenti per i disagi dovuti al traffico». Fresco di incarico da parte di un comitato di Milano, sorto sui Navigli per...

SAN DONÀ. «I residenti di via Jesolo e via Eraclea possono pretendere dei risarcimenti per i disagi dovuti al traffico». Fresco di incarico da parte di un comitato di Milano, sorto sui Navigli per protestare contro musica e rumore dei locali, l’avvocato di San Donà Luca Pavanetto ha indicato la strada da percorrere ai comitati sorti in via Jesolo e via Eraclea.

Dopo la pedonalizzazione spinta di corso Trentin i comitati hanno avviato la protesta e chiedono che il traffico sia limitato. In via Jesolo transitano 133 pullman al giorno, mentre via Eraclea è spesso invasa dal traffico.

«Le immissioni», spiega l’avvocato Pavanetto che ha partecipato di recente anche a una puntata di Piave Tv su questo specifico argomento, «possono essere atmosferiche e anche acustiche. Lungo queste vie del centro i residenti subiscono varie forme di inquinamento che sono comprovate. Traffico congestionato, rumori spesso insopportabili, sirene a tutte le ore del giorno e della notte. Ecco perché la loro protesta non è solo lecita, ma anche foriera di richieste di perequazione».

«I residenti», conclude, «possono discutere
con il Comune e invocare interventi che limitino il traffico e le immissioni, oppure contrattare richieste di risarcimento che possono anche prevedere l’abbassamento o annullamento delle tasse o altri interventi del Comune per risarcire i cittadini dei disagi subiti». (g.ca.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista