Quotidiani locali

A Mestre torna Happy Friday cibo, musica e cultura rianimano il centro

Mestre. Mercatino dei portici, locali aperti e tentazioni per il palato. E oggi si continua con i festeggiamenti di San Girolamo

MESTRE. Mestre si anima per la festa del Santo Patrono tra concerti, street food, appuntamenti culturali e la novità del 2017, la banda cittadina che ha sfilato per le vie della città in onore dell’arcangelo San Michele e dei suoi cittadini. “Mestre in festa” e Happy Friday sono riusciti a vivacizzare il centro grazie a un mix di iniziative che proseguiranno anche nella giornata di oggi. Il format collaudato dell’Happy Friday, è come sempre piaciuto ed è riuscito a catalizzare presenze. Via Palazzo affollata grazie al Mercato dei Portici, tra hobbisti e artisti che hanno esposto le proprie creazioni. Locali, bar, osterie e ristoranti senza più un posto a sedere, il Caffè Vergnano ha innaffiato le ostriche di Franciacorta.

In piazzetta Pellicani frittura al cartoccio, smoothies, ghiottonerie e cibo da passeggio. Anche tra via Caneve e via San Girolamo, occasioni di svago per passare la serata. Tra via Olivi via Costa e via Ca’ Savorgnan pienone di avventori, chi ad ascoltare i concertini, chi a mangiare. Gettonato il Fritoin, che proponeva le sue specialità, coda per assaggiare il maxi spiedo che arrostiva proprio di fronte al park multipiano di via Costa. Grigliata in piazzale delle Poste, panche per cenare all’aperto, negozi trasformati in punti di ritrovo in calle-corte Legrenzi, che è diventata un tutt’uno con il resto dei locali. Animazione diffusa un po’ in tutte le aree pedonali, performance artistiche, il trofeo pugilistico. Non solo cibo, ma anche occasioni culturali grazie a “Mestre in festa”, la due giorni organizzata dal Comune e dalla Municipalità o in collaborazione con l’associazione Mestre Mia e i commercianti di via San Girolamo e via Caneve. Ieri è stato anche il giorno del debutto per la Banda musicale Vittoria, di cui è presidente Angelo Lorenzo Dolce, che si è esibita per le vie del centro.

Oggi ancora street food ed eventi culturali. Alle 9.30 ci sarà la messa nella chiesa di San Girolamo. Il programma continuerà alle 10.30 con l’apertura della mostra fotografica di Mestre Mia al chiostro del convento delle suore di San Girolamo, con una sezione dedicata all’artista Carlo Poggi, a cura di Sergio Barizza. Alle 11, in municipio, sarà presentato il libro di Pierluigi Rizziato “Storia di Mestre dalle origini ai giorni nostri”. Seguiranno laboratori, intrattenimenti ed esibizioni di ballo, musica dal vivo ed esposizione d’auto d’epoca lungo le via San Girolamo e Caneve, fino alle 20. 30. Alle 17.30 in municipio Sergio Barizza presenterà il libro “Il Sacco Bello” del giornalista Stefano Pittarello incentrato attorno

al personaggio di Tano Zorzi, ispirato al prosindaco di Mestre Gaetano Zorzetto (1940-1995).

La giornata del patrono è iniziata con l’alzabandiera in piazza Ferretto, mentre il sindaco ha affidato a un messaggio i suoi auguri alla città.


 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista