Quotidiani locali

Il Venezia espugna Terni

Partita al cardiopalma per la squadra di Pippo Inzaghi. Il gol decisivo arriva al 92esimo minuto

TERNI. Un Venezia che ha dovuto vincere due volte: prima in vantaggio per 2-0 con la rete di Zigoni e un autogol di Plizzari, poi arriva il pareggio umbro a pochi minuti dal termine ma nel recupero è un colpo di testa di Domizzi a regalare i tre punti al Venezia. Al "Liberati finisce 3-2 per gli ospiti. Neanche il tempo alle squadre di studiarsi, e Zigoni mette dentro l’1-0 dopo un assist di Zampano.

La partita non ha ritmi elevati, i portieri non corrono grossi rischi ma il Venezia si rende pericoloso con un diagonale di Del Grosso messo in angolo da Plizzari. Alla mezz’ora gli umbri protestano per un contatto in area tra Domizzi e Carretta ma l’arbitro Di Martino lascia correre. Poco dopo ancora una giocata Zampano-Zigoni prova a mettere i brividi alla difesa rossoverde ma il colpo di testa del centravanti veneziano è alto. Ripresa e il tecnico di casa Pochesci toglie Favalli e Tremolada e inserisce Varone e Albadoro nel tentativo di ribaltare il risultato. Invece al 12’ un’autorete ternana porta il Venezia sul 0-2; Moreo si fa respingere la palla da Plizzari, rimpallo su Vitiello e la palla finisce sul palo. Ma nel tentativo di evitare la rete, Plizzari mette nel sacco.

Il Venezia ha in mano la partita ma in un minuto sciupa tutto e gli umbri arrivano al pareggio; fra il 38’ e il 39’, prima Montalto davanti al portiere

e poi Varone, con un tiro da fuori, ristabiliscono la parità. A questo punto i rossoverdi ci credono ma quando sembrava tutto perduto per gli uomini di Inzaghi, Bentivoglio nel recupero batte un angolo che Domizzi mette dentro di testa. E dopo Bari, arriva il secondo successo in trasferta.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics