Quotidiani locali

«Cavallino avrà soltanto disagi dal porto»

I residenti hanno espresso il loro dissenso a Punta Sabbioni supportati anche dalla sindaca Nesto

«Dal porto grandi navi a Cavallino-Treporti arriverebbero solo nuovi disagi sommati a inquinamento ambientale e nessun beneficio economico per i residenti del litorale, in quanto a Punta Sabbioni verrebbe realizzato uno scalo tecnico mentre check in e check out sarebbero mantenuti a Venezia». Il drappello di residenti membri del comitato “No grandi navi a Punta Sabbioni” non si è fatto intimidire dalla pioggia battente di ieri pomeriggio e ha manifestato il proprio dissenso allestendo un gazebo con locandine e striscioni contro il progetto Venis Cruise 2.0.

Ad attirare l’attenzione, grazie alla musica dal vivo, una piccola band di membri del comitato che fra le 16 e le 17.30 sono riusciti a distribuire centinaia di volantini informativi ai passeggeri che scendevano dalle motonavi all’imbarcadero Actv arrivando da Venezia. La manifestazione di protesta, supportata dall’amministrazione comunale presente in forze con la prima cittadina Roberta Nesto, l’assessore Dora Berton e il vicesindaco Francesco Monica, è riuscita a suscitare l’interesse soprattutto dei residenti ma anche dei turisti che si sono avvicinati numerosi per chiedere informazioni. «Ringrazio il comitato per l’importante lavoro di divulgazione che ha permesso di rendere noto a tutti i rischi di un porto di attracco per le navi da crociera a Punta Sabbioni», ha dichiarato il sindaco Roberta Nesto, «comune di Cavallino-Treporti e comitato dovranno tenere ancora la guardia alta nei confronti di questo tema importante monitorando con attenzione l’evolversi della situazione. Il pericolo è ancora dietro l’angolo. Mi auguro che il Governo si decida al più presto orientando le proprie scelte verso altre soluzioni. Spero che prima possibile venga convocato il Comitatone al quale sicuramente presenzierò per ribadire che non può essere pensabile il terminal crociere a Punta Sabbioni».

La determinazione con cui il comitato “No Grandi Navi a Punta Sabbioni” in questi anni ha manifestato la contrarietà al progetto Duferco aveva spinto qualche mese fa il direttivo del comitato a scrivere un’accorata
lettera al comico Maurizio Crozza descrivendo come un incubo l’ipotesi del porto a due passi dall’area protetta Sic e Zps al termine del lungomare Dante Alighieri. Il consiglio comunale si è sempre espresso contro il progetto Venis Cruise 2.0.

Francesco Macaluso

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista