Quotidiani locali

Tragedia Solfatara, un primo indagato

L'amministratore della società accusato di omicidio colposo plurimo. Presto saranno fissate le autopsie sui corpi di Massimiliano Carrer, Tiziana Zaramella e del figlio Lorenzo, di appena 11 anni

MEOLO. Tragedia della Solfatara: c'è un primo indagato per il drammatico incidente costato la vita ai meolesi Massimiliano Carrer, Tiziana Zaramella e al loro figlio Lorenzo, di appena 11 anni. Nel più stretto riserbo, i magistrati napoletani stanno proseguendo nelle indagini. All'indomani della tragedia gli inquirenti hanno subito aperto un fascicolo d'indagine con l'ipotesi accusatoria di omicidio colposo plurimo.

leggi anche:

Adesso la Procura di Napoli ha iscritto nel registro degli indagati Giorgio Angarano, l'amministratore unico della società Vulcano Solfatara Srl, che ha in gestione il sito del cratere di Pozzuoli dove si è consumata la tragedia. L'iscrizione nel registro degli indagati è un atto dovuto, per consentire all'indagato di nominare un avvocato e un proprio perito di fiducia in vista dell'autopsia che sarà eseguita sulle salme delle tre vittime. La data dell'esame autoptico sarà fissata nelle prossime ore. Potrebbe svolgersi domani, se non già oggi. I corpi di Massimiliano, Tiziana e del piccolo Lorenzo si trovano tuttora nell'obitorio del Secondo Policlinico a Napoli.

L'iscrizione di Angarano nel registro degli indagati segue i lunghi accertamenti compiuti dai magistrati nei giorni scorsi, con il sequestro della Solfatara e gli interrogatori delle persone che frequentavano abitualmente il sito e del piccolo di 7 anni, secondogenito dei Carrer e unico superstite della tragedia. I periti, vulcanologi e geologi, stanno esaminando la documentazione sulla struttura morfologica del cratere, per cercare di capire le cause che hanno provocato il cedimento di una parte della crosta, in seguito al quale il piccolo Lorenzo e i suoi genitori sono precipitati per circa tre metri.

leggi anche:

Intanto tra Meolo e Fossalta di Piave sono ore interlocutorie, in angosciosa attesa di notizie ufficiali. «Per il momento non abbiamo avuto altre notizie rispetto a quelle dei giorni scorsi. Siamo in contatto con il nostro legale, sappiamo che comunque le cose si stanno muovendo. Ma restiamo in attesa di informazioni ufficiali», commenta Elisabetta Carrer, zia di Lorenzo e del piccolo di 7 anni superstite della tragedia. Proprio per aiutare il bambino la famiglia sta pensando all'apertura di un conto corrente, dove sarà possibile fare delle donazioni per il suo futuro. 

«È un'iniziativa importante per il bambino. Stiamo cercando con le banche di sbloccare le cose. Non appena avremo delle informazioni in merito anche su questo aspetto, le comunicheremo», conclude Elisabetta Carrer. I funerali potrebbero slittare alla prossima settimana. Una volta eseguite le autopsie, bisognerà attendere il nulla osta della magistratura al trasferimento delle salme, che dalla Campania giungeranno a Meolo grazie al trasporto assicurato dal Comune di Pozzuoli.

leggi anche:

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics