Quotidiani locali

Muore a 41 anni, lascia una figlia di un anno e mezzo

Jesolo, addio a Igor Cella il panettiere "gigante buono". Un banale esame aveva rivelato una malattia che ha spento il suo sorriso in pochi mesi tra le braccia della moglia Chiara

JESOLO. Ha combattuto con il suo sorriso fino alla fine contro una grave malattia che se lo è portato via in un paio di mesi. Igor Cella, 41 anni di Jesolo, titolare del conosciuto panificio di via Bafile 20, a due passi da piazza Marconi, purtroppo non ce l’ha fatta.
 
Era ricoverato a San Donà da qualche giorno e il suo cuore ha cessato di battere tra le braccia della moglie Chiara da cui Igor ha avuto la piccola Elena, 1 anno e mezzo, e già orfana del suo papà.
 
La malattia è iniziata con un controllo apparentemente banale, ma ormai era già tardi e lo ha sconfitto in poco tempo tanto era avanzata. Non è bastata la sua forza e la sua straordinaria vitalità di gigante buono per riuscire restare aggrappato alla vita che amava tanto, alla famiglia che poi era la sua vita.
 
Una bambina che sorrideva al suo papà era la nuova forza che lo spingeva a impegnarsi e a credere nel
futuro. Ma tutti i sogni si sono infranti adesso con una morte davvero veloce a portarselo via.  La data dei funerali non è ancora stata fissata, ma con tutta probabilità sarà nei primi giorni della prossima settimana. 
 
©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista