Quotidiani locali

«Tiziana, buona e intelligente»

Il ricordo commosso di Mirella Pacifici, la maestra storica di Fossalta di Piave

FOSSALTA DI PIAVE. «Siamo rimasti tutti scioccati da quanto accaduto. Come maestra, Tiziana l’ho vista crescere. Allora la maestra era come una seconda mamma». Mirella Pacifici è una delle maestre storiche di Fossalta di Piave. Nella sua carriera ha avuto modo di insegnare, come maestra unica, anche a Tiziana Zaramella quando, dopo il 1982, è ritornata a Fossalta dal Piemonte. «Con me ha frequentato dalla classe seconda alla quinta», ricorda Mirella Pacifici, «Tiziana era una ragazzina vivace, allegra, buona e intelligente. Se la cavava bene in tutto, ma era più portata forse per la matematica e le materie scientifiche. Era anche una ragazzina molto responsabile».

In questi giorni si è parlato molto di Tiziana Zaramella e della sua nascita a Torino. In realtà Tiziana ha legato tutta la sua vita alla comunità fossaltina. Non solo vi ha frequentato la scuola, ma poi ha partecipato alla vita del coro Basso Piave e a Fossalta aveva portato a studiare anche i suoi figli. Ed è proprio alla figlia della maestra Mirella che Tiziana ha inviato uno dei suoi ultimi messaggi. I nipoti della signora Pacifici, infatti, erano compagni di scuola del secondogenito di Tiziana. Ma quest’anno i nipoti della maestra Mirella hanno cambiato scuola, trasferendosi a San Donà, dove l’anno scolastico si è aperto in anticipo lunedì.

Ed è proprio lunedì, il giorno prima della tragedia della
Solfatara, che Tiziana, a conoscenza di questo trasferimento, aveva inviato un messaggio alla figlia della sua vecchia maestra, per farle gli auguri per la nuova scuola e l’inizio dell’anno scolastico. Quell’anno scolastico che per Lorenzo non è mai potuto cominciare. (g. mon.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista