Quotidiani locali

Gli sparano all'uscita della discoteca

Jesolo. Un uomo è stato ferito a una gamba mentre aspettava gli amici fuori dal "Muretto". Ancora misterioso il motivo. La vittima è un 53enne veneziano molto noto. Indaga la squadra mobile

JESOLO. Un colpo di pistola e un uomo ferito alla gamba in stato confusionale. Un episodio inquietante e allo stesso tempo misterioso, sul quale stanno cercando di fare luce i poliziotti della Squadra mobile di Venezia.

È stata un'alba di fuoco domenica, dopo la notte di divertimento nei locali di via Roma destra al lido. Un 53enne veneziano si trovava davanti al parcheggio del Muretto poco prima delle 6 del mattino: era stato uno degli ultimi a uscire dalla discoteca, quasi tutti gli altri clienti se ne erano già andati, ma lui era rimasto fino alla fine, come era solito fare, cliente abituale del locale.

leggi anche:

Musica spenta e locale quasi chiuso. Sul piazzale del parcheggio erano rimasti solo alcuni addetti alla sorveglianza e ai parcheggi, quindi l'autoambulanza del locale, pronti a intervenire in caso di emergenze. Il 53enne era lì e stava aspettando alcuni amici.

Stando a quanto poi ha spiegato, ha solo sentito una improvvisa fitta alla gamba destra, tra la coscia e il ginocchio, senza sentire alcuna esplosione, senza accorgersi di nulla. Sono stati i sanitari dell'ambulanza del locale che lo hanno soccorso a capire subito che era stato centrato da almeno un colpo di pistola.

Lui è apparso confuso, sentiva un forte dolore senza capire però cosa fosse successo. Aveva una ferita alla gamba, con un secondo foro sospetto.Un proiettile che si è infilato tra la coscia e il ginocchio e poi è uscito, fortunatamente senza colpire l'arteria, ma rompendo l'osso. Gli addetti alla sicurezza lo hanno raggiunto per aiutarlo ad alzarsi e poi hanno chiamato i soccorsi della discoteca.

leggi anche:

Successivamente l'uomo è stato trasportato all'ospedale di Jesolo in autoambulanza per una prima visita e trasferito la mattina all'ospedale di San Donà dove si trova ancora ricoverato.

Sul posto la polizia del commissariato di Jesolo e la squadra mobile veneziana hanno effettuato i primi accertamenti e raccolto le testimonianze. Il bossolo è stato trovato nelle vicinanze del cancello, a confermare che a causare la ferita era stato un colpo di pistola esploso poco prima.I gestori della discoteca hanno messo a disposizione i filmati delle videocamere di sicurezza esterne e dato massima collaborazione agli inquirenti, ma al momento non sono emersi elementi utili per cercare di fare chiarezza. E nella zona non sembrano esserci altre telecamere in posizioni utili alle indagini.

L'uomo rimasto ferito è un 53enne veneziano molto conosciuto nell'ambiente del locali notturni jesolani che non risulta avere precedenti penali o conti aperti con qualcuno che possa a tal punto avercela con lui da colpirlo con un colpo di pistola.

Per questo, fino a questo momento, il gesto resta misterioso e - non è solo un modo di dire - gli investigatori della Squadra mobile tengono aperte tutte le piste. L'uomo è stato volutamente gambizzato o si è tratto di un colpo sparato per un terribile gioco, o ancora per sbaglio? Definire i contorni di questa inquietante vicenda non è ancora possibile.

leggi anche:

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE PER GLI AUTORI

Stampare un libro, ecco come risparmiare