Quotidiani locali

finanziamenti per il turismo 

Fondi per alberghi, c’è anche il Santa Chiara

Le strutture del litorale fanno la parte del leone tra i beneficiari dei contributi europei 

Tra i pochi hotel veneziani ad aver superato la richiesta di finanziamenti di fondi europei Por Fesr, c’è anche l’Hotel Santa Chiara di Piazzale Roma, conosciuto ormai come il cubo, con un contributo ammesso di 250 mila euro, a fronte di un intervento di 2 milioni e mezzo.

Su 104 domande ritenute ammissibili, solo le prime 56 beneficeranno subito del finanziamento europeo, mentre le altre, incluso l’hotel Santa all’ottantunesimo posto, dovranno attendere che la Regione recuperi dei soldi da altri bandi andati a vuoto. Si tratta di finanziamenti che riguardano interventi per certificati di qualità, miglioramento dei servizi o applicazioni green.

Delle 56 imprese, 28 appartengono al territorio veneziano, con una prevalenza a Jesolo e Caorle, mentre a Venezia si è aggiudicata 150 mila euro di contributi (50% fondi europei, 35% statali e 15% veneziani) la società Jmb Consult srl dell’Hotel San Samuele per fare fronte a una spesa di 753 mila euro. Il restante è andato tutto al litorale che si è così portato a casa la metà della somma destinata al Veneto per progetti che serviranno a modernizzare gli alberghi del veneziano. Pochissimi (quattro) i finanziamenti alle
strutture alternative agli hotel, dovuto soprattutto alla difficoltà di accedere ai complessi bandi. Rimangono ancora 18 milioni europei che verranno messi a bando il prossimo anno e che saranno anche in questo caso destinati alle attività alberghiere ed extralberghiere. (v.m.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro