Quotidiani locali

Maltempo, allerta arancione pronta la macchina dei soccorsi

Previsti oggi cento millimetri di pioggia nel Veneto orientale. Il Consorzio di bonifica ha preparato un piano in caso di emergenze idriche con una sessantina di operatori, controllate le idrovore

PORTOGRUARO. È tutto pronto per fronteggiare l’emergenza legata al maltempo. Anche in questo territorio vige l’allerta arancione, e si prevedono precipitazioni molto intense. Nel territorio gestito dal Consorzio di Bonifica Veneto orientale sono previsti almeno cento millimetri di pioggia solo per la giornata di oggi. Intanto prime code, provocate dai rientri, si sono registrate ieri in autostrada A4 tra Noventa e Portogruaro. Sulle spiagge comunque le presenze restano notevoli, c’è quasi il tutto esaurito in molte zone del litorale nonostante il tempo non prometta nulla di buono. Prime piogge già ieri. In mattinata, attorno alle 12.30, uno scroscio violento si è abbattuto nella zona compresa tra Portogruaro e Caorle. Le precipitazioni sono state però inferiori nei numeri rispetto a quelle che giovedì pomeriggio hanno provocato allagamenti in via Marcantonio, all’ingresso di Concordia Sagittaria.

I numeri dei soccorsi. Le squadre del Consorzio di Bonifica Veneto orientale sono pronte per tutto il territorio, dal Sandonatese al Portogruarese. Infatti sono previsti cento millimetri e il Consorzio sarà così strutturato: sono reperibili sei operai che verranno coordinati da un ingegnere. A disposizione anche 40 dipendenti esterni e 15 interni, pronti a intervenire in caso di bisogno.

Manutenzioni ok. Negli ultimi tempi, proprio per fronteggiare periodi caratterizzati da grandi precipitazioni, il Consorzio di Bonifica Veneto orientale ha compiuto notevoli manutenzioni, approfittando della siccità. «Proprio così», ha riferito il direttore del Consorzio, Sergio Grego, «tutti gli impianti idrovori sono funzionanti e sono stati riparati in tempo anche dei piccoli danni provocati dall’usura del tempo e da eventi precedenti. Ci hanno assegnato l’allerta arancione», ricorda Sergio Grego, «è un allerta molto importante, come non si registrava da molto tempo». Il timore, in tutto il Portogruarese, è che si verifichino fenomeni estremi come quelli del 10 agosto scorso che ha provocato a Portogruaro almeno un milione di euro di danni. «Qui invece», conclude Grego, «ci aspettiamo solo precipitazioni consistenti. Siamo pronti e il maltempo potrebbe durare alcuni giorni».

Sulle spiagge. Ci sono state un po’ di code in A4 ci sono state ieri, ma a Bibione e Caorle si registrava ancora il tutto esaurito in termini di presenze. La pioggia induce a qualche timore, ma non
sembra essersi ancora scatenato il panico, la gente, soprattutto chi era già in vacanza avendo prenotato, ha preferito restare fino all’ultimo per sfruttare la vacanza. Occorre attendere oggi, per comprendere meglio la portata dell’annunciato maltempo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics