Quotidiani locali

La grandine ha distrutto anche i vigneti

L’area agricola di Camponogara è stata duramente colpita, ingenti conseguenze ai frutteti

CAMPONOGARA. Maltempo in Riviera, dopo l’emergenza è il giorno della conta dei danni e a Camponogara, Campagna Lupia, Vigonovo e Fossò i danni sono per quasi un milione di euro soprattutto in campo agricolo dove la grandine ha praticamente distrutto moltissimi i vigneti prossimi alla vendemmia e che producono anche il ricercato vino doc della Riviera del Brenta. Danni ingenti poi anche ai frutteti in tutta l’area sud del comprensorio. Danni per oltre100 mila euro invece per case, abitazioni ed attività produttive. Anche per tutta la giornata di ieri, le protezioni civili dei paesi sono intervenute per poter aiutare i proprietari di abitazioni che avevano ancora i seminterrati sommersi da dall’acqua caduta il giorno precedente. «La nostra zona e quella di Fossò e Vigonovo – spiega il sindaco di Camponogara Giampietro Menin – ha avuto ingentissimi danni all’agricoltura. Tanti coltivatori hanno denunciato che i loro vigneti a causa della grandine sono andati quasi completamente distrutti. I periti delle associazioni di categorie erano al lavoro soprattutto nella zona di Prozzolo e Premaore ieri mattina». Le emergenze per la presenza costante dell’acqua nelle strade a Camponogara si è verificata soprattutto nel centro del paese. «Con la protezione civile abbiamo lavorato per parecchie ore anche oggi – ammette Menin. Per fortuna il maltempo ha concesso una tregua, e siamo riusciti a riportare tutta la situazione completamente sotto controllo stamattina con il taglio di 5-6 alberi che erano caduti su strade secondarie ed ostruivano la viabilità. Ne sono caduti circa una quindicina».

A Camponogara i danni alle abitazioni si stimano sui 60-70 mila euro. In azione ieri anche la protezione civile anche a Fossò a ridosso del capoluogo e in via chiesa a Sandon che con via provinciale sud venerdì scorso era finita sott’acqua. Un altro paese fortemente colpito dal maltempo dello scorso venerdì è stato Vigonovo: «Il centro del paese – spiega il sindaco Andrea Danieletto – è stato completamente invaso dall’acqua». Su Vigonovo, Galta e Tombelle si è abbattuta una vera e propria bomba d’acqua. L’acqua da via Veneto, via Padova via Pave ha cominciato a defluire solo nella tarda serata di venerdì e ieri mattina, c’erano ancora alcune abitazioni in difficoltà. Disagi poi si sono avuti fino a tarda ora a Campagna Lupia, dove in località Lova lungo via Primo Maggio sulla strada che collega la frazione al capoluogo, il vento ha abbattuto una decina di pali
del telefono che sono finiti in strada e solo fortunatamente non hanno provocato incidenti o feriti. A Mira e Dolo invece il maltempo ha fatto danni limitati, qualche grosso ramo è finito sulla brentana ma il territorio non ha avuto sostanziali disagi.

Alessandro Abbadir

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista