Quotidiani locali

Accoglienza di richiedenti asilo il Comune investe 9 mila euro

Annone. La giunta costituisce un bando che dà lavoro a due persone e agevola il pagamento della Tari La sindaca Toffolon: «Questo progetto dimostra che possiamo accogliere persone di altri paesi»

ANNONE. Fondi assegnati dallo Stato per l’accoglienza di richiedenti asilo, il Comune di Annone investe aiutando i cittadini in difficoltà economica.

L’amministrazione, guidata dalla sindaca Ada Toffolon, con una variazione di bilancio deliberata in giunta qualche giorno fa, ha deciso di utilizzare la quota di 9 mila euro attraverso la costituzione di un bando che dà lavoro a due persone e alcune agevolazioni nel pagamento della Tari. La cifra è assegnata dal governo e rientra negli emolumenti destinati ai territori che accolgono i migranti, secondo il criterio dei 500 euro in base ad ogni profugo presente. Ad Annone, ormai da due anni ve ne sono 18, ospitati in una palazzina privata situata in via Svevo: la moltiplicazione della somma, per i soggetti presenti, fa esattamente novemila. Trattasi di risorse non vincolate a nessun capitolo di spesa e dunque nelle libere disponibilità dell’amministrazione, che può impiegarle a seconda delle necessità e in più contesti. «Abbiamo pensato di investire il denaro istituendo iniziative di tipo sociale», ha spiegato la sindaca, Ada Toffolon, «che possano venire incontro ai cittadini in questo difficile momento di crisi. In particolare questo progetto, realizzato mediante i voucher da lavoro, dimostra come si possa accogliere chi arriva da altri paesi, secondo le proprie disponibilità, aiutando al contempo anche la collettività. Abbiamo creduto, come amministrazione, che questa fosse la scelta migliore nell’impiegare il denaro proveniente dallo Stato per l’accoglienza. Proprio oggi (ieri, ndr)», conclude il sindaco, «arrivarono tra l’altro i primi richiedenti asilo ad Annone: era infatti il 2 settembre del 2015». Nello specifico l’entrata in questione servirà alla copertura economica di un bando per la ricerca di due figure da utilizzare nell’area manutentiva e sarà rivolto a persone in situazione di disagio economico. I contenuti dell’avviso pubblico saranno precisati nei prossimi giorni sul sito internet del Comune e includeranno una prova pratica e una serie di requisiti. Tra questi, per esempio, l’essere disoccupato, avere un certo Isee e avere a carico figli minori. Poi ci saranno i titoli preferenziali, come la residenza ad Annone e l’essere in possesso di qualche attestato specifico alla mansione ricercata. Le domande dovranno essere presentate entro il 20 settembre, poi ci saranno le valutazioni delle candidature e, quindi, il via libera ai due impieghi previsti. Inoltre, sempre con la stessa entrata straordinaria, il Comune ha incrementato il capitolo relativo alle agevolazioni per
il pagamento della Tari. Il relativo bando, che sarà emanato prossimamente, consentirà a più famiglie di usufruire di un contributo per pagare la bolletta dei rifiuti, a fronte, anche qui, di particolari contesti di disagio economico e sociale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA



TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista