Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

In arrivo venticinque richiedenti asilo

Saranno distribuiti nei comuni di Campagna Lupia, Camponogara e Campolongo Maggiore

CAMPAGNA LUPIA. In arrivo nell’area della Riviera del Brenta sud e cioè nei comuni di Camponogara, Campolongo, Campagna Lupia, 25 nuovi richiedenti asilo politico. A Campagna Lupia ne sono in arrivo 10, a Camponogara che già ne ospita una quindicina altri 8, mentre a Campolongo ne arriveranno 7 nella frazione di via Villa A Bojon. «È previsto l’arrivo – spiega il sindaco di Camponogara di centrosinistra Giampietro Menin – a Premaore di Camponogara di una decina di nuovi richiedenti asilo politico che saranno collocati nella frazione di Premaore. Per quelli già presenti una quindicina, provenienti per lo più dall’Africa sub sahariana. Ora si valuterà la loro richiesta di asilo politico. Se sarà respinta poi, dovranno essere rimpatriati e lasciare il territorio dell’Unione Europea». Per i migranti già presenti a Premaore il Comune ha organizzato dei lavori socialmente utili come lo sfalcio dell’erba e piccole manutenzioni a cui molti hanno aderito volentieri. Anche A Campagna Lupia il dibattito sull’arrivo dei migranti è stato sviscerato in consiglio comunale. Anche in questo caso i migranti arriveranno grazie a degli accordi presi da dei privati con delle cooperative che ne gestiscono l’accoglienza, sotto la supervisione del Prefetto. In via Villa a Bojon di Campolongo Maggiore ne sono infine in arrivo 7.

«Credo – spiega il sindaco di centrodestra Andrea Zampieri– che i migranti vadano aiutati a casa loro. Bene ha fatto il governo e il ministro Minniti a prendere quelle decisioni che nel giro di qualche mese ne hanno dimezzato il numero in termini di sbarchi. Si vede che chi parlava di fenomeno inarrestabile si sbagliava, visto che negli ultimi periodi dal canale di Sicilia ne sono arrivati la metà dell’anno scorso». (a. ab.)