Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mostra del Cinema 2017
Sicurezza, telecamere per leggere i volti. Stop al tram di notte

Sicurezza, telecamere per "leggere" i volti. Stop al tram di notte

A Venezia sistemi per riconoscere i ricercati tra la folla. Iniziano i lavori per le barriere in cemento a piazzale Roma

VENEZIA. Attenzione ai lavori per la sicurezza antiterrorismo a piazzale Roma. Oggi, sulla rampa, inizieranno i lavori per le barriere. Actv informa che nei giorni di venerdì 25, sabato 26 e domenica 27  dalle ore 21 a fine servizi, viene sospeso il servizio tranviario linea T1 e attivato il servizio sostitutivo, per consentire i lavori di posa delle barriere antiterrorismo. Pertanto le ultime corse previste tram, prima dell’avvio del servizio sostitutivo con bus, sono:  linea T1 Favaro – Venezia, corsa delle ore 20.13; linea T1 Venezia – Favaro, corsa delle ore 20.58.

leggi anche:

b1

«Ghe sparemo in Piazza». Ora Brugnaro corregge il tiro

Il sindaco: «Volevo solo dire che qui ci difendiamo», ma Travaglio lo ridicolizza chiamandolo "Gigi Prosecco". In sua difesa Sgarbi e Feltri: «Dov'è lo scandalo?». Ma Pellicani lancia l'altolà:  «Inutile fomentare il fanatismo in questo momento. Servono amministratori, non  battutisti che scherzano sul terrorismo solo per finire sui giornali».

Volti scannerizzati. L'elettronica è la nuova protagonista del piano sicurezza studiato per la Mostra del Cinema: dai visori notturni alle minitelecamere per la scannerizzazione dei volti, dalla lettura immediata delle targhe con telecamere a sistemi informatici che permettono "lettura" di numeri e volti confrontandoli con quelli in memoria nelle banche dati delle varie forze dell'ordine europee. Ieri tavolo tecnico in Questura per tradurre in pratica le direttive dettate durante la riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica di mercoledì. Presenti i responsabili delle varie forze dell'ordine e degli enti coinvolti nella gestione della sicurezza durante i giorni della mostra del Cinema, della Regata Storica e del Premio Campiello. 
 
Piazzale Roma. La principale novità è la blindatura di piazzale Roma per evitare attentati con auto come avvenuto a Barcellona a Nizza e Berlino. Una chicane protetta da un autoblindo Lince del reggimento Serenissima dei Lagunari sarà posta a protezione del rallentamento realizzato con blocchi in cemento new jersey e pali in acciaio a protezione dei pedoni. Una soluzione trovata grazie all'impegno degli uomini della Digos, della polizia locale della polizia stradale. Il Lince a protezione è un mezzo che si è dimostrato molto efficace contro gli attentati con esplosivo in Afghanistan quando le nostre truppe hanno partecipato alle varie operazioni di peacekeeping. Il mezzo pesa 5 tonnellate. I lavori per approntare queste protezioni che riguarderanno vari punti di piazzale Roma, inizieranno venerdì notte. Ieri sono terminate le prove per verificare che i bus lunghi riescano a passare senza problemi. 
 
Controlli all'ingresso del Ponte della Libertà. Qui entra in gioco l'elettronica con l'installazione di nuove telecamere per poter integrare il sistema SCNTT (Sistema Centralizzato Nazionale Targhe e Transiti). Con questo apparato le forze di polizia sono in grado di ricavare i transiti di veicoli ed individuare in tempo reale i veicoli segnalati con sistemi di lettura automatica delle targhe (LPR). Un numero limitato di apparati di videosorveglianza installati sul Ponte della Libertà, idonei all'inquadratura delle targhe, permette di poter usufruire delle informazioni riguardanti tutti i veicoli in arrivo e partenza. 

leggi anche:

 
Zona Rossa del Lido. Ancora elettronica. Qui oltre alle 37 telecamere per la videosorveglianza collegate alla centrale operativa realizzata nel Palacinema, ci saranno agenti dell'antiterrorismo che impiegheranno tablet con un programma che consente di identificare, attraverso la ripresa video del volto, la persona e verificare se queste sono ricercate o sospette.Sistema usato ufficialmente la prima volta durante il G8 di Taormina. Elettronica anche nelle motovedette d'altura di Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto messe a protezione del lato mare del Lido. Si tratta di mezzi con strumenti in grado di individuare, anche di notte, piccole imbarcazioni a 5 miglia di distanza.
 
©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista