Quotidiani locali

L’anziana investita è gravissima

Portogruaro. Peggiorate le condizioni della 68enne travolta martedì sera da un pirata della strada

PORTOGRUARO. Sono peggiorate nel corso della notte tra martedì e mercoledì le condizioni di P.G.A., la donna di 68 anni travolta da un automobilista a bordo di una vettura che poi è fuggita verso Cinto Caomaggiore. La donna è gravissima, ricoverata in prognosi riservata all’ospedale dell’Angelo di Mestre. Ha rimediato un grave trauma cranico che ha provocato un ematoma sulla parte sinistra della testa.

Intanto è scattata la caccia del pirata della strada da parte dei carabinieri che stanno risalendo al modello dell’automobile anche da alcuni elementi trovati sulla strada. Si tratta di catadiottri, pezzi di carrozzeria e frammenti di vetro del parabrezza. Chi ha causato l’incidente o si è rivolto a una carrozzeria di fiducia, oppure ha nascosta la macchina in un garage. «Eravamo in casa, stavamo prendendo il caffè io, il marito e il figlio della donna investita», ha raccontato un amico di famiglia, e abbiamo sentito un fortissimo colpo. Ci siamo affacciati alla finestra e siamo suciti sulla strada dove abbiano trovato la signora in una pozza di sangue». L’incidente è avvenuto alle 20.45 di martedì sera. Il sole era già tramontato e in via Mezzatorre d’Alvea, strada scarsamente illuminata, era già fitta l’oscurità. Secondo quanto si è riusciti a capire verso le 20.30 la donna aveva raggiunto a piedi l’abitazione del vicino, per consegnargli una lettera. Questa casa si trova a metà strada tra la villetta della donna e l’incrocio tra via Mezzatorre d’Alvea, la Postumia e via Fornace. Rientrando a casa è avvenuto l’incidente. La 68enne stava camminando sul ciglio della strada, mantenendo la destra. Era quasi arrivata. Da dietro è sopraggiunta un’automobile che l’ha centrata in pieno. L’automobilista è fuggito, senza prestare soccorso alla donna . Ma per terra i soccorritori del Suem 118, i familiari e i carabinieri di Portogruaro hanno trovato diverso materiale: dai catadiottri a pezzi di carrozzeria e ai frammenti di vetro del parabrezza. «Quando siamo scesi in strada», continua l’amico di famiglia, «la macchina si era già dileguata oltre la curva a
destra presente su questa strada. Ha raggiunto Cinto Caomaggiore in pochi minuti». Non si esclude nulla, nemmeno che la vettura possa aver raggiunto il vicino Friuli.

L’anziana intanto resta grave e in prognosi riservata.

Rosario Padovano

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista