Quotidiani locali

Cinema sotto le stelle sognando il ritorno con l’ok di Celentano

Il Gruppo 25 Aprile e la Municipalità organizzano a San Polo la proiezione gratis “Yuppi Du”. Attesa per l’ok del Comune

E se il 29 agosto, per una sera, tornasse in campo San Polo quel “Cinema all’aperto” amato da generazioni di veneziani e poi finito sotto la mannaia del taglio-spese dell’allora commissario Zappalorto e non ripristinato dalla giunta Brugnaro?

Zitti zitti (fino a ieri) ci hanno lavorato per settimane Il Gruppo 25 Aprile e la Municipalità di Venezia, ottenendo l’appoggio del Clan Celentano, che ha dato la sua autorizzazione alla proiezione gratuita del film “Yuppi Du”, aderendo così a quello che gli organizzatori hanno chiamato un “flash mob di risveglio civile”. Unica (non certo da poco) condizione posta dal Clan: «Con la garanzia che tale proiezione avverrà su grande schermo, secondo la modalità del “cinema all'aperto”, nel rispetto dei migliori standard tecnici e con ingresso gratuito per il pubblico». Firmato, Claudia Mori.

Dovrà, quindi, essere vero cinema all’aperto e di qualità, che gli organizzatori promettono di essere pronti ad autofinanziare, dando a tutti appuntamento per il 29 agosto alle 20.30 in campo San Polo.

«Stanno lavorando al progetti architetti, ingegneri, avvocati del tutto gratuitamente, per predisporre tutta la documentazione necessaria ad avere le autorizzazioni», osserva Marco Gasparinetti, del Gruppo 25 aprile. Alla fine, fatti i conti, spenderanno circa 7-8 mila euro. Ma, c’è ancora un ma: l’amministrazione comunale darà la sua autorizzazione? Perché è pur vero che in questa voglia di ritrovare un appuntamento storico dell’estate veneziana, una nota di polemica politica pur c’è.

«Nel sottolineare come l’allestimento della proiezione - diversamente dalla rassegna in corso a Marghera e da altri spettacoli all’aperto recentemente organizzati in Piazza Ferretto a Mestre (il riferimento è al Roxy Bar di Red Ronnie, ndr) - non graverà sui conti del Comune o su quelli delle sue partecipate, ma verrà sopportato dai richiedenti», si legge in un comunicato congiunto firmato dal presidente della Municipalità Giovanni Andrea Martini e da Gasparinetti per il Gruppo 25 aprile, «Ci permettiamo di formulare l’auspicio che l’amministrazione comunale non frapponga ostacoli irragionevoli e non imponga oneri eccessivi alla proiezione di un film che fra i protagonisti principali annovera il “nostro” Lino Toffolo». Da qui l’auspicio di ricevere «le necessarie autorizzazioni in tempo utile per l’allestimento». A precedere la proiezione, una presentazione da parte di Paolo Toffolo, figlio di Lino.

«Stiamo ottemperando a tutte le prescrizioni», assicura Gasparinetti. Il 4 agosto, la Municipalità ha già protocollato la richiesta di
occupazione suolo pubblico per poter organizzare una proiezione gratuita alla vigilia della Mostra del Cinema. Il 12 agosto, il via libera di Celentano e il suo Clan. Ora si aspetta solo che il Comune dia il suo nullaosta.

Roberta De Rossi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista