Quotidiani locali

Portogruaro, gravi danni ai capannoni

Scoperchiate le coperture di numerose aziende. E per tre giorni linee telefoniche in tilt

GRUARO. L’emergenza è finita, gli ultimi interventi di rimozione degli alberi e dei rami i vigili del fuoco li hanno completati ieri, dopo doppi turni massacranti di 18 ore. I danni sono ingenti nel Portogruarese. Cinto e Gruaro sono stati i comuni più colpiti, poi seguono nell’ordine Portogruaro, Concordia Sagittaria, San Michele Bibione, Teglio Veneto, San Stino, Caorle, Annone.

A Gruaro le cose sono andate un po’ peggio perché il maltempo ha colpito durissimo alcune aziende del territorio. La minoranza consiliare denuncia lo stato di abbandono, anche perché nei giorni dell'emergenza le linee telefoniche del municipio non erano in funzione. I disagi sono stati molto gravi. «Un migliaio di persone, su poco più di duemila abitanti, hanno patito le conseguenze del maltempo, è stato devastante qui da noi», precisa il consigliere dell’opposizione, Salaco Stefanutto, «il tetto dell’azienda agricola Pauletto è stato scoperchiato, così come una parte della copertura dell’azienda Barbuio. Le vetrate si sono rotte. Per almeno 12 ore i ristoranti e altre attività commerciali del paese sono rimaste prive di energia elettrica per 12 ore. Oltre al danno si è aggiunta la beffa. I telefoni del Comune non funzionavano e nessuno delle istituzioni ha visitato le aziende colpite. Ci sentiamo abbandonati. Oltre 30 famiglie hanno avuto problemi con le antenne».

Ieri mattina, intanto, a Portogruaro il sindaco Maria Teresa Senatore ha voluto ringraziare quanti si sono prodigati per dare una mano a risollevare il territorio. Migranti compresi. «La città è stata messa in sicurezza. Ora però», dice il primo cittadino, «si tratta di completare l’opera di pulizia. Molti sono ancora i rami e le foglie caduti. Grande lavoro hanno fatto e stanno facendo gli operai del Comune, i volontari di Protezione civile, i vigili del fuoco. Tanti cittadini, autonomamente o in gruppi, stanno sistemando giardini privati e non. Qualsiasi opera di volontariato volta a rimettere in ordine la nostra bella città, sarà ben accolta e apprezzata. Basta anche poco come spazzare il marciapiedi davanti alla propria casa. Comunicateci il vostro gesto di solidarietà
a Portogruaro. Grazie a tutti voi, per il vostro senso civico».

A Bibione le operazioni di pulizia stanno per essere terminate, in particolare nei camping Capalonga, Lido e Tridente, dove i danni alle auto e ai caravan sono stati notevolissimi.

Rosario Padovano

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics