Quotidiani locali

Incidenti e disagi sull’A4 code anche sulla Triestina

Portogruaro. In un tamponamento ieri mattina ha perso la vita un cittadino ceco Autostrada chiusa dalle 7 a mezzogiorno, sulla statale traffico in tilt per i lavori

PORTOGRUARO. Ancora un grave incidente in autostrada. A seguito di un tamponamento avvenuto alle 7 circa in A4 sulla carreggiata ovest verso Venezia, tra San Giorgio di Nogaro e Latisana, è morto un autista di Ostrava, in Repubblica Ceca, di 37 anni, K. M. Il bilancio comprende anche tre feriti, non gravi; l’autostrada è rimasta chiusa dalle 7 a mezzogiorno con obbligo di uscita a San Giorgio di Nogaro. A pagare le conseguenze, dal punto di vista della viabilità, è stato in particolare il Portogruarese, anche per una serie di circostanze sfortunate. Le code sono state notevoli e il gran caldo ha acuito enormemente la già grave situazione di disagio.

A tutto questo si è aggiunto il fatto che proprio ieri mattina sulla statale 14, strada presa d’assalto, era in programma il rifacimento della segnaletica orizzontale. I lavori erano programmati e non si potevano certo rinviare.

Anche per raggiungere Venezia per migliaia di autisti e automobilisti in transito è stato un supplizio. Alcuni di loro, conoscendo il territorio, hanno percorso un itinerario alternativo, che comprendeva la strada Ferrata, quella che collega parte del mandamento di Palmanova a Portogruaro. Da qui sono entrati quindi in A4 per proseguire il viaggio, in quanto da Portogruaro verso Venezia l’autostrada era completamente sgombra.

Intanto in Statale 14 la situazione restava, anche dopo le 11, molto delicata. Incolonnati tra Latisana e San Michele erano diversi camion, tra cui quelli della scuderia Renault di ritorno dal Gran Premio d’Ungheria a Budapest. Sulla Triestina i chilometri di coda hanno raggiunto quota 20; tra i fattori che hanno determinato i rallentamenti anche i cantieri di Portogruaro (alcuni li hanno aggirati attraverso il ramo nuovo della tangenziale, ma non certo tutti quelli che dovevano recarsi in cento) e il semaforo dell’incrocio di viale Kennedy a Fossalta. La situazione si è normalizzata solo attorno a mezzogiorno, con la riapertura dell’autostrada a San Giorgio di Nogaro e lo smaltimento delle code sulla Triestina.

Il tema dei flussi veicolari in casi di estrema emergenza traffico in autostrada è stato al centro di un confronto tenutosi ieri a Udine tra la presidente della Regione Fvg, Debora Serracchiani, e le quattro Prefetture del Friuli Venezia Giulia. Serracchiani è commissario della terza corsia. L’obiettivo è la definizione di un
protocollo per la gestione dei casi estremi di emergenza dovuti alla saturazione delle tratte autostradali regionali, in particolare lungo la A4, a causa di un eccessivo afflusso di veicoli, anche pesanti, dai valichi di frontiera.

Rosario Padovano

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro