Quotidiani locali

“Scoprila”, tormentone per conoscere Lido

Un albergatore-cantante, una pagina Facebook e un video per promuovere le bellezze dell’isola

LIDO . Magari non diventerà il tormentone musicale dell’estate 2017, però la canzone scritta e cantata da Edoardo Pellegrinotti sta già facendo parlare di sé. Lidense, albergatore e commerciante molto conosciuto sull’isola, Pellegrinotti ha voluto denunciare in questo modo una situazione che da anni è sulla bocca dei residenti: vale a dire l’insufficiente promozione in favore del Lido. E così è nata “Scoprila”, quella che vuole essere una poesia in musica, ma anche un modo per ricordare l’esistenza del Lido a italiani e stranieri. E per farlo l’autore ha già registrato la canzone per salvaguardarne i diritti, creato una pagina Facebook (Meid in Lido) e un video già pubblicato su YouTube.

«Questa è una goliardata, perché alla fine so benissimo di non essere un cantante, però mi rincuora sentire che al Lido c’è chi già la canticchia o se l’è messa come suoneria del telefonino», racconta Edoardo Pellegrinotti. «La mia è una protesta, una denuncia, perché faccio l’albergatore da anni e la gente arriva qui senza sapere che esiste la spiaggia di Venezia. Pochi giorni fa ero a Bergamo, e dei colleghi quando ho detto Lido, credevano arrivassi da Jesolo. È assurdo tutto questo e rimango basito. Per promuovere il Lido non si fa abbastanza, serve molto di più. Gli addetti ai lavori lo dicono da anni, e poi il risultato è che per vendere le camere servono prezzi stracciati, quando poi anche in inverno la Riviera del Brenta ha gli alberghi pieni, a Cavallino in estate non si cammina, e in Gran Viale da noi è il deserto».


In questi giorni Pellegrinotti sta cantando in vari locali dell’isola, i lidensi lo seguono, e a breve la canzone sarà tradotta in inglese. Ad aiutare l’autore in questo progetto è stato invece Nico, professionista della Exod Production del Lido.

Simone Bianchi

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon