Quotidiani locali

Vai alla pagina su Mostra del Cinema 2017
L'ultimo film di Paolo Villaggio alla mostra di Venezia

L'ultimo film di Paolo Villaggio alla mostra di Venezia

"La voce di Fantozzi" è un docufilm con decine di testimonianze della scena artistica

VENEZIA. Un omaggio al genio di Paolo Villaggio attraverso le testimonianze inedite e illuminanti dei più grandi protagonisti della scena italiana contemporanea oltre che il punto di vista appassionato dei suoi compagni di strada nel suo lungo viaggio tra cinema e teatro.

Addio a Paolo Villaggio, Beppe Grillo: ''Ci sono i comici e quelli oltre. Lui era oltre'' "Villaggio era oltre la professione, era straordinario". Cosi Beppe Grillo uscendo dal Campidoglio, dopo aver reso omaggio al feretro di Paolo Villaggio insieme a Davide Casaleggio. ”Ho conosciuto il figlio e anche la moglie: non deve essere stato facile convivere con una persona così geniale", ha aggiunto Grillo. "Ultimamente a mio padre piacevano i Cinque Stelle, diceva che sono diversi", ha raccontato Pierfrancesco, il figlio di Paolo Villaggiovideo di Cristina Pantaleoni

«La voce di Fantozzi», prodotta da Daniele Liburdi e Massimo Mescia per Volume, rivive con la regia di Mario Sesti in un docufilm che sarà in concorso alla 74ma edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia nella sezione Venezia Classici. Il soggetto e la sceneggiatura sono firmati da Massimo Mescia, Daniele Liburdi, Francesco Schietroma e dallo stesso Mario Sesti.

Addio a Paolo Villaggio, Montesano: ''Mi sarebbe piaciuto averlo come fratello maggiore'' Un cartoncino ritagliato a forma di nuvola, quella che perseguitava Fantozzi, con la scritta "lassù non piove più” e centinaia di persone composte e silenziose. Si presentava così la camera ardente di Paolo Villaggio allestita nella sala della Protomoteca del Campidoglio. Numerosi i colleghi dello spettacolo che hanno reso omaggio all'attore genovese, come i registi Neri Parenti e Paolo Sorrentino e l'ex tennista Adriano Panatta, grande amico di Villaggio. "Con lui mi divertivo sempre", afferma l'attore Enrico Montesano. "Mi voleva veramente bene", ricorda Andrea Roncatovideo di Cristina Pantaleoni

Il docufilm con Paolo Villaggio vede la partecipazione straordinaria di Maura e Piero Villaggio, Bruno Altissimi, Renzo Arbore, Lino Banfi, Maurizio Battista, Roberto Benigni, Gianni Canova, Maurizio Costanzo, Domenico De Masi, Dario Fo, Anna Foglietta, Fiorello, Nino Frassica, Andrea G. Pincketts, Michele Mirabella, Neri Parenti, Christian Raimo, Emanuele Salce, Emilio Schroeder, Marco Travaglio, Enrico Vaime, Fabio Volo. Ed inoltre: Milena Vukotic (Pina Fantozzi), Plinio Fernando (Mariangela Fantozzi), Paolo Paoloni (Mega Direttore Galattico), Piero Villaggio (hooligan) e Clemente Hukmar, controfigura di Villaggio in tutti i film di Fantozzi.

Addio a Paolo Villaggio, Milena Vukotic: ''La mia carriera la devo a Paolo'' "La mia cosidetta carriera si è basata e arricchita con questo personaggio che ho interpretato e che faceva parte del mondo fantastico di Paolo", così Milena Vukotic parla dal palco durante la cerimonia laica alla casa del Cinema per ricordare Paolo Villaggio. Compagna di una vita, nei film di Fantozzi interpretava Pina, moglie di Ugo. Alla fine della cerimonia ammette "quando dicevo a Ugo: ti stimo, in realtà camuffavo un grande amore".video di Livia Crisafi

Il docufilm è stato realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale Cinema che ha riconosciuto il prodotto aufiovisivo di interesse culturale.

«Crediamo che nostro padre sarebbe stato felice di sapere che l’ultimo film al quale ha partecipato, La voce di Fantozzi, che contiene gli ultimi dialoghi che lui ha scritto, sia stato selezionato dalla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia dove avrà l’anteprima mondiale. Ringraziamo il direttore Alberto Barbera e la Commissione per averlo scelto» sottolineano Elisabetta e Piero Villaggio.

Addio a Villaggio, Tognazzi: "La persona più intelligente che abbia mai conosciuto" "E' stato il re della risata, un grande". A ricordare Paolo Villaggio, scomparso a Roma a 84 anni, è stato Ricky Tognazzi. Lasciando la clinica di Collina Fleming, l'attore ha aggiunto: "Per il cinema italiano ha rappresentato un modello di rottura della canonica commedia all'italiana. Riusciva a raccontare le cose vere in modo molto sardonico e sincero". Ricky Tognazzi ha poi ricordato il forte legame che Paolo Villaggio aveva con il padre. "E' stato il migliore amico di papà, si volevano molto bene"Video di Livia Crisafi

Mario Sesti, regista de «La voce di Fantozzi» aggiunge: «È molto bello essere a Venezia con il film su Fantozzi, ma anche un pò triste: l’unica persona che non lo vedrà mai sarà il suo protagonista che alla fine avrebbe potuto avere anche la libertà di dire: ’Questo film è una cagata pazzescà».

Infine i produttori Daniele Liburdi e Massimo Mescia: «La scelta di realizzare questo docufilm è nata a fine 2015, durante la registrazione dell’audiolibro Fantozzi nel quale Paolo Villaggio rilegge il suo libro capolavoro del 1971. Da quella esperienza straordinaria è maturato, insieme allo stesso Villaggio, il progetto di un racconto a più voci della maschera Fantozzi e di Paolo Villaggio uomo, autore e attore».

 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista