Quotidiani locali

Duplice omicidio nella notte: uccisa una coppia, fermato un uomo

Gli agenti della squadra mobile sono sul posto in via Abruzzo a Chirignago. L'omicida si  è costituito, l'ipotesi di un movente passionale

Chirignago, ecco l'appartamento del duplice omicidio Ecco l'appartamento di via Abruzzo a Chirignago in cui è avvenuto il duplice omicidio

MESTRE. Duplice omicidio in un’abitazione di via Abruzzo a Chirignago nella notte tra sabato e domenica. Le vittime sono un uomo italiano e una donna (di origini russe). Gli agenti della squadra mobile, su delega della Procura di Venezia, sono sul posto per i primi accertamenti. 

Si è consegnato alla polizia, senza opporre resistenza, l'autore del duplice omicidio avvenuto nella notte alla periferia di Mestre. Secondo una prima ipotesi, l'uomo prima avrebbe cercato di drogare i due, una ragazza straniera e un italiano, e poi li avrebbe colpiti con violenza, accanendosi in particolare sull'uomo. La tragedia si è consumata nelle prime ore di stamane. Gli investigatori stanno cercando di capire la causa scatenante della violenza contro le due vittime. L'omicida sarebbe in stato confusionale.

Secondo la prima ricostruzione, attorno alle 4 di notte, l'assassino avrebbe chiamato il 113: "Venite, ho ucciso due persone", la sua confessione. Sul posto sono immediatamente giunte diverse volanti. L'uomo è stato trattenuto sul posto per diverse ore e fatto uscire per essere portato in questura solo alle 6 del mattino, con il volto nascosto da una coperta.

In questura si sta cercando di ricostruire cosa è accaduto nella notte. L'assassino è il proprietario dell'appartamento ed avrebbe invitato a cena la coppia. Non si esclude quindi un movente passionale visto che, secondo alcune testimonianze, la donna in passato avrebbe avuto una relazione con il killer. Lei sarebbe stata strangolata e il corpo è stato ritrovato vicino alla camera da letto. Lui invece sarebbe stato colpito più volte con violenza con un corpo contundente, forse un bastone. 

Si profila dunque un omicidio passionale e probabilmente premeditato. Le due vittime infatti sarebbero state drogate con una sostanza narcotizzante mescolata alla bevanda servita durante la cena. È quanto emerge dalle prime ammissioni fatte agli investigatori dal 50enne di Mestre che ha ucciso la coppia di giovani trentenni. Le vittime sono l'ex fidanzata russa dell'uomo e il suo attuale compagno.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare