Quotidiani locali

Tre tamponamenti a catena traffico impazzito in autostrada 

I primi due incidenti ieri mattina nel tratto friulano, il terzo nel pomeriggio tra Portogruaro e San Stino Coinvolti mezzi pesanti. Nuova giornata di passione per la viabilità anche per i lavori della terza corsia

PORTOGRUARO. Tamponamenti a catena tra mezzi pesanti, traffico nel caos e lunghe code anche ieri sull’A4. Altri tre gli incidenti avvenuti: due in mattinata sul tratto friulano, il terzo nel pomeriggio tra Portogruaro e San Stino. Ormai sta diventando una preoccupante routine. Non passa giorno, senza che sull’A4 Venezia-Trieste non si verifichi un qualche incidente. Una sequenza impressionante che vede nel mirino la tratta tra San Stino, Portogruaro, Latisana e Palmanova.

È accaduto anche ieri. Anzi, gli incidenti gravi ieri sono stati due. Entrambi tamponamenti con coinvolti mezzi pesanti. Il traffico, già di per sé sostenuto, è andato in tilt una prima volta, nella mattinata, a causa di un tamponamento tra tre camion avvenuto, in direzione Venezia, nel tratto tra San Giorgio di Nogaro e Latisana. Ferito uno dei camionisti, incastrato nell’abitacolo. Il tratto tra San Giorgio e Latisana è stato chiuso per consentire i soccorsi e sull’autostrada si è formata una lunga coda fino al nodo di Palmanova. Intorno a mezzogiorno, poi, è avvenuto il secondo incidente. Si è trattato ancora di un tamponamento tra tre mezzi pesanti, sempre in direzione Venezia, ma stavolta sul tratto Villesse-Palmanova. Per fortuna non ci sono stati feriti. Ma la viabilità, già bloccata dal primo incidente, è stata ulteriormente compromessa. Anche per questo secondo tamponamento si è reso necessario chiudere l’autostrada. Il tratto Villesse-Palmanova è stato riaperto alle 15.

Alle 17, tra Portogruaro e San Stino, sempre in direzione Venezia, il terzo tamponamento, stavolta tra due camion, di cui un’autocisterna. Per fortuna non ci sono stati danni particolari e, nell’arco di un’ora, l’incidente è stato risolto. L’autostrada è rimasta aperta, ma si sono formate inevitabilmente code a tratti. Insomma, sull’A4 è stata l’ennesima giornata di passione. Una situazione che si trascina ormai da diverse settimane. Alla base di questa escalation di incidenti c’è, probabilmente, il costante incremento del traffico che, sull’A4, in questo periodo continua a crescere in modo esponenziale. Due dati colpiscono su tutti. Il primo riguarda i camion. Nei primi cinque mesi del 2017 i mezzi pesanti in transito sono aumentati di quasi 300 mila unità. Ma a segnare un aumento è anche il traffico leggero, quello delle automobili. Con ritmi di crescita a doppia cifra.

Basti pensare che nel solo periodo dall’1 all’11 giugno, le auto in transito hanno fatto registrare un
incremento del 17,21%. Se consideriamo che nel tratto tra il Tagliamento e la Bassa friulana sono in corso i lavori per la costruzione della terza corsia, con il conseguente restringimento di carreggiata per i cantieri, ecco che il mix diventa esplosivo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista