Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Accordo tra Fondazione e Rai per audio e filmati delle teche

La Fondazione di Venezia e la Rai hanno stretto un accordo strategico per il futuro dell’M9 dando il via alla partnership culturale per la valorizzazione del patrimonio audiovisivo delle teche Rai...

La Fondazione di Venezia e la Rai hanno stretto un accordo strategico per il futuro dell’M9 dando il via alla partnership culturale per la valorizzazione del patrimonio audiovisivo delle teche Rai all’interno del polo culturale e museale in costruzione a Mestre. Giampietro Brunello, presidente della Fondazione di Venezia, e Maria Pia Ammirati, direttore Teche Rai hanno infatti sottoscritto una dichiarazione di intenti con cui l’ente e il principale player nazionale del settore delle telecomunicazioni si impegnano a collaborare per rendere disponibili e fruibili materiali audiovisivi degli archivi Rai nell’ambito dell'esposizione permanente M900 che verrà allestita al primo e al secondo piano del Museo.

M900 sarà, infatti, la sezione dedicata al passato, al racconto delle trasformazioni sociali, politiche, economiche e culturali del Novecento italiano caratterizzata da elevati livelli di multimedialità e interattività e che farà leva proprio sui materiali degli archivi, inediti e attrattivi, per affascinare il pubblico dei visitatori. «Con la firma di questo documento intraprendiamo di fatto un percorso volto a dare risalto all’immenso patrimonio delle Teche Rai», afferma Maria Pia Ammirati, direttore Teche Rai, «mettendolo a disposizione di un progetto sulla cultura, sul costume, in una parola sulla storia del nostro Paese e, di conseguenza, della collettività. Un modo per valorizzare l'informazione e tutti i contenuti della Rai e contribuire a sensibilizzare l'opinione pubblica su temi importanti svolgendo in questo senso una delle finalità del servizio pubblico».

«Contemporaneamente ai lavori di costruzione del polo culturale», spiega invece Brunello, «la Fondazione ha lavorato e sta lavorando ai contenuti di quello che il principale progetto dell'ente. M9 sarà un museo di respiro internazionale che intende raccogliere, conservare e diffondere la conoscenza del passato e del presente italiano aiutando il visitatore a formarsi un’opinione e a prendere parte al dibattito sulla contemporaneità. Con M9 scriviamo una pagina di storia del patrimonio artistico e culturale di Venezia. La dichiarazione sottoscritta con l’azienda del servizio pubblico radiotelevisivo italiano oltre a rappresentare un primo ma importante passo per un partenariato di carattere artistico- culturale, è coerente con la mission del Museo e, quindi, con quella della Fondazione. Non un punto di arrivo, ma di partenza per fare dell’M9 un riferimento a livello nazionale e internazionale».

©RIPRODUZIONE RISERVATA