Quotidiani locali

«Sì alle prenotazioni, no al ticket»

Brugnaro sulla gestione degli ingressi: stiamo pensando a una carta servizi

Per gestire il flusso turistico il sindaco dice: «Sì alle prenotazioni, no al ticket». «Per chi vuole entrare in città non sono favorevole ad un ticket d’ingresso, piuttosto stiamo pensando ad una carta dei servizi, come quelli igienici, oppure ad un biglietto unico di trasporto. È fondamentale una registrazione». Senza giri di parole il sindaco Luigi Brugnaro, a margine della presentazione della mostra “Luxus” che si inaugurerà venerdì 12 al Padiglione Venezia, ha commentato le soluzioni - tra le quali il ticket e l’accesso su prenotazione in Piazza San Marco - esposte nella recente delibera quadro di giunta sulla problematica del turismo. Soffermandosi a parlare delle registrazioni il primo cittadino ha detto: «Chiederemo anche a chi viene a stare in una casa, a Venezia o a Mestre, di dirci chi è, per evitare persone sgradite. Il controllo è necessario».

Sull’accessibilità il sindaco ha dichiarato: «Non abbiamo assolutamente mai pensato di chiudere la città ma è chiaro che, in certe giornate, la pressione deve trovare un contingentamento. Inizieremo dai pontili di Cavallino e Chioggia con un sistema di informazioni per i turisti delle spiagge che, se troveranno il bollino nero e non hanno prenotato, non potranno arrivare a San Marco in ciabatte ma, ad esempio, verranno fatti scendere ai Giardini». E subito confermando le linee guida della delibera sul turismo ha aggiunto: «Poi con metodi informatici e l’uso dei tornelli conterremo le persone per capire il carico antropico in città; non per chiuderla ma per allargare il turismo ad altri punti dell’area metropolitana. A conclusione Brugnaro ha commentato la vittoria di Emmanuel Macron: «Sono contento, tifavo Macron. Mi è simpatico, è giovane e sono i giovani che devono vincere. Speriamo che in Italia qualcuno cominci a capire. Ci vuole legalità e giustizia

rapida. Mi ha ricordato un po’ la mia elezione. Macron è una persona che viene dal niente (pensando ai partiti, ndr); è una persona molto capace e di struttura; crede nell’Europa e in un’Europa nuova, ovviamente va cambiata, però ci ha portato anni di pace».

Nadia De Lazzari

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista