Quotidiani locali

A lezione di democrazia, dagli studenti

Mirano. Al liceo Majorana-Corner la disputa filosofica invita i candidati sindaco a rispettarsi l’un l’altro

MIRANO. Candidati sindaci, spostatevi. La disputa filosofica esempio da seguire anche per i politici locali, in queste settimane calde di campagna elettorale. Ieri al liceo Majorana-Corner di Mirano sono saliti in cattedra gli studenti, per offrire un modello di dialettica democratica a chi oggi aspira a diventare la guida della comunità.

Altro che materie ormai inutili: gli studi classici restano il punto di riferimento per la pratica dialettica, ieri pomeriggio messa in vetrina da due squadre di giovani a sostegno di tesi contrapposte.

Mirano ha ospitato per la prima volta le finali di disputa filosofica, attività avviata dall’Università di Padova per formare negli studenti la capacità di sostenere un dibattito civile attorno a un argomento prestabilito, seguendo le orme e gli schemi degli antichi retori, ma prendendo spunto da temi di attualità.

Due squadre, ciascuna di sette studenti, si sono affrontate davanti a una giuria di docenti universitari, sostenendo rispettivamente le ragioni di un sì e di un no: in un tempo stabilito l’obiettivo è stato quello di argomentare la propria tesi, difendendola dalle confutazioni avversarie e replicando a propria volta.

Il test stimola nei ragazzi una propensione critica ed educa a rispettare l’opinione degli altri. Insomma, un confronto davvero democratico, il contrario di quello che mostrano oggi molti dibattiti televisivi, dove prevale lo scontro aperto, tra veleni e populismo.

Ma il torneo è stato anche una proposta per la crescita sociale e politica

della città e per questo sono stati invitati i prossimi candidati sindaci. In questo modo il liceo miranese ha voluto dare il proprio contributo culturale e civile allo sviluppo della dialettica democratica e dell’argomentazione in vista del prossimo confronto elettorale. (f.d.g.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori