Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tragedia Vögel, spunta un nuovo video

Il professor Voegel ormai agonizzante tra le braccia della moglie e sotto lo sguardo atterrito dei figli

Il consulente della difesa del gondoliere Forcellini: «Nessun incidente se i piloti dei motobattelli avessero rallentato»

VENEZIA. Per l’accusa, ad innescare la catena di tragiche manovre culminata nello schianto tra un vaporetto e una gondola che uccise Joachim Vögel, era stato l’improvviso attraversamento del Canal Grande da parte della gondola condotta da Daniele Forcellini, ora a giudizio per omicidio colposo (i piloti Actv e il tassista coinvolti nell’incidente sono già stati condannati con rito abbreviato e ora sono in attesa dell’appello). Ieri, la difesa ha giocato la sua carta: l’avvocato difensore Ant ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VENEZIA. Per l’accusa, ad innescare la catena di tragiche manovre culminata nello schianto tra un vaporetto e una gondola che uccise Joachim Vögel, era stato l’improvviso attraversamento del Canal Grande da parte della gondola condotta da Daniele Forcellini, ora a giudizio per omicidio colposo (i piloti Actv e il tassista coinvolti nell’incidente sono già stati condannati con rito abbreviato e ora sono in attesa dell’appello). Ieri, la difesa ha giocato la sua carta: l’avvocato difensore Antonio Alessandri e il consulente di parte Mario Dell’Isola hanno prodotto un video realizzato da una turista dal ponte di Rialto, dove si vede la gondola della famiglia Vögel avvicinarsi al pontile del Magistrato alle Acque, per evitare un taxi e il passaggio di una barca da trasporto.

Incidente di Rialto: il traffico prima dello scontro mortale

 
 L’avvocato difensore Alessandri e il suo consulente hanno invece sottolineato più volte come la causa del sinistro mortale sia stato il contestuale arrivo sotto il ponte di tre vaporetti ad alta velocità. Un’udienza molto animata, quella di ieri, durante la quale la giudice Sara Natto ha più volte ripreso le parti, per il continuo, reciproco punzecchiarsi e interrompersi: «Vi serve una camomilla? Se continuate dovrò interrompere l’udienza: ho altri due processi dopo». Con le reciproche scuse, il processo è continuato fino al normale rinvio al 18 maggio: testi della difesa il presidente di Actv Luca Scalabrin, il capo dei bancali Aldo Rosso e anche il campione del remo Giampaolo D’Este. 
 ©RIPRODUZIONE RISERVATA