Quotidiani locali

cavallino treporti. la proposta di erika Baldin (m5s)

«Referendum popolare per scegliere l’Usl»

CA’ SAVIO. «Propongo che si faccia un referendum popolare a Cavallino-Treporti sulla scelta di Usl che dia seguito alla richiesta di 4.700 cittadini». La richiesta rivolta all’amministrazione...

CA’ SAVIO. «Propongo che si faccia un referendum popolare a Cavallino-Treporti sulla scelta di Usl che dia seguito alla richiesta di 4.700 cittadini». La richiesta rivolta all’amministrazione comunale arriva dal vicecapogruppo del M5S in Consiglio regionale, Erika Baldin. Un’esternazione precisa che arriva dopo che i consiglieri delle liste di maggioranza in Consiglio regionale, pur invitati, hanno disertato in blocco l’incontro con il comitato “La mia salute è con Venezia” che si è tenuto lunedì in un gremito centro polivalente.

«Ritengo che l’assenza totale dei consiglieri regionali di maggioranza», va giù durissimo il capogruppo della lista comunale Idea Comune, Claudio Orazio, «all’incontro promosso dal comitato, visto che erano presenti solo rappresentanti del Pd, Erika Baldin del M5S e Giovanna Negro della Lista Tosi, sia stata un’ingiustificabile mancanza di rispetto, se non di disprezzo, nei confronti non solo dei 4.700 firmatari la petizione ma di tutti i cittadini di Cavallino-Treporti». «Sarebbe davvero clamoroso», commenta il capogruppo comunale di Civica, Angelo Zanella, «se ora, grazie ai consiglieri regionali come Erika Baldin, Giovanna Negro e Bruno Pigozzo, il Comune tornasse ad essere competente in materia sanitaria a dimostrazione quindi che ogni legge è per fortuna modificabile».

A ricevere infatti il plico contenente le firme dei cittadini di Cavallino-Treporti avvolte simbolicamente dal tricolore contro il cambio di Usl a nome della Regione, proprio il vicepresidente del Consiglio regionale e dell’ufficio di presidenza nonché componente della quinta commissione e capogruppo del Pd, Bruno Pigozzo. «Tranne il presidente del Consiglio regionale Ciambetti», aggiunge il portavoce del comitato, Francesco Marinello, «che ha fatto avvisare la sua segreteria dell’assenza per impegni pregressi, nessuno dei consiglieri di maggioranza della Regione si è degnato neppure di declinare l’invito. Rimaniamo convinti di voler consegnare nelle mani del presidente Luca Zaia

le firme originali dei cittadini dalla segreteria del quale stiamo ancora attendendo una risposta per fissare la data dell’incontro». Presenti in massa le associazioni con Altre Vie Onlus, Peluches, Uildm, Ci siamo anche noi, e la Croce Verde di Cavallino-Treporti.

Francesco Macaluso

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro