Quotidiani locali

Arriva Medicina di gruppo servirà 12.500 pazienti

Musile. Nove medici di base garantiranno il servizio per 12 ore al giorno L’assessore Simiele: «Alternativo al Pronto soccorso per i codici bianchi»

MUSILE. Sta arrivando la Medicina di gruppo integrata, che coinvolgerà nove medici di base, servirà 12.500 pazienti e garantirà un’assistenza per 12 ore al giorno. Un importante passo è stato compiuto nei giorni scorsi: l’Usl 4 ha approvato il distretto. Con l’approvazione del distretto da parte del comitato aziendale dell’Usl 4, si fa in discesa la strada per la realizzazione del nuovo servizio che nella Destra Piave coinvolgerà circa 12.500 assistiti. Oltre ai pazienti di Musile, vi potranno aderire anche cittadini provenienti da Fossalta, Chiesanuova e Passarella.

«Il primo step per arrivare alla Medicina di gruppo integrata è stato compiuto», spiega il sindaco Silvia Susanna, «ora l’iter prevede lo spostamento dei servizi sanitari presso l’ospedale di San Donà e quindi, terzo passo, l’adeguamento dei locali di via Bellini a Musile svolto dall’Usl 4 e dagli uffici tecnici del Comune, che daranno un supporto affinché la struttura possa essere a disposizione al più presto, magari già prima dell’estate. Stiamo parlando di un servizio importante che vede come parte attiva Usl 4, medici di base e Comune, il quale servirà a creare un punto di riferimento per l’assistenza sanitaria nel territorio attraverso la creazione di un distretto centrale che servirà migliaia di famiglie».

Negli ambulatori di via Bellini opereranno, dalle 8 alle 20, nove medici di base (nello stesso tempo saranno mantenute attive le loro sedi periferiche), garantendo un’assistenza di 12 ore, svolgendo non solo le consuete attività del medico di famiglia, ma anche una serie di servizi aggiuntivi, per l’esempio l’attenzione alle patologie croniche. Nel distretto lavoreranno anche personale infermieristico e amministrativo. Il referente sarà il dottor Silvio Coassin. «Anche Musile potrà vantare la propria Medicina di gruppo integrata. Grazie a quanto previsto dal Piano sociosanitario regionale, con l’approvazione del comitato aziendale dell’Usl 4», conclude l’assessore al sociale Francesca Simiele, «si potrà garantire un importante servizio nel nostro Comune che, oltre all’orario prolungato, svolgerà attività aggiuntive, soprattutto inerenti alcune patologie, e potrà essere considerato alternativo rispetto al Pronto soccorso

dell’ospedale per problematiche classificate con codice bianco». Nell’Usl 4, sono attive due sole Medicine di gruppo, a Portogruaro e San Stino. In parallelo a quella di Musile, si sta sviluppando una Medicina integrata a San Donà.

Giovanni Monforte

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista