Quotidiani locali

caorle

Lega Nord spaccata Zaia e Forcolin cercano l’accordo

CAORLE. Al ristorante Al Faro c’era anche il presidente della giunta regionale Luca Zaia che ha voluto incontrare la base intrattenendosi fino alla mezzanotte, firmando la "pace" tra le opposte...

CAORLE. Al ristorante Al Faro c’era anche il presidente della giunta regionale Luca Zaia che ha voluto incontrare la base intrattenendosi fino alla mezzanotte, firmando la "pace" tra le opposte fazioni in seno al direttivo leghista di Caorle. Infatti in settimana c’era stata l’elezione del nuovo segretario, Gianfranco Gnan, contrastata però dal consigliere comunale Rosanna Conte, cui aveva replicato il segretario provinciale Luca Tollon. Le minacce di sanzioni nei confronti di Conte sono però rientrate. Pace armata almeno per il momento. Ma dopo l’espulsione dei “tosiani” tra i leghisti non va più e lo stesso Zaia ha rivolto un appello all’unità. Poi ha affrontato solo temi nazionali.

«Noi non siamo come gli altri», ha sostenuto Zaia, «sulla sanità noi lavoriamo e non facciamo i furbi, come in altre parti dove timbrano il cartellino e vanno a giocare a tennis». Nel clima di festa ha

aggiunto la sua anche Gianluca Forcolin, vicepresidente e assessore regionale al bilancio. «Credo che la presenza di Zaia a questo evento possa solo far bene a tutti noi - ha detto - a Caorle si deve accettare l’esito del congresso sezionale. Guardiamo avanti, lavoriamo insieme». (r.p.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro