Quotidiani locali

Auto cappottata, grave un anziano

Sant’Angelo di Sala. È uscito di strada e rimasto intrappolato tra le lamiere. Ora è in Rianimazione

SANT'ANGELO DI SALA. Grave incidente ieri mattina sulle strade del Graticolato romano.

Un uomo del posto di 69 anni, S.S. le sue iniziali, è stato estratto dai vigili del fuoco, dopo essere rimasto intrappolato nella sua auto, una Alfa 147, finita rovesciata nel fosso. È stato ricoverato in condizioni gravi all'ospedale dell'Angelo di Mestre, si trova in Rianimazione, in prognosi riservata.

L'incidente è avvenuto poco dopo le 8.30 lungo via Stradona, non lontano dall'incrocio con via Gaffarello, ai confini tra Sant'Angelo e S. Maria di Sala, di fronte al civico 18 della via. Ancora da stabilire le cause, la dinamica invece appare fin troppo chiara: l'uomo è finito in modo autonomo nel fossato che costeggia la provinciale e nessun altro veicolo è stato coinvolto nello schianto.

Un malore o una distrazione sono forse all'origine della rovinosa sbandata, finita con l'auto capottata nel fosso, schiacciata con l'abitacolo verso la riva.

La sua corsa si è arrestata contro il muretto di un ponticello di accesso a un'abitazione privata. Per la dinamica dello schianto e le conseguenze del ferito, subito apparse molto gravi, il dispiegamento di forze è stato notevole: sul posto sono stati fatti convergere in codice rosso ambulanza, auto medica del Suem di Mirano, vigili del fuoco di Mirano e Mira e la polizia locale dell'Unione dei comuni del Miranese.

Il ferito è subito apparso grave e per questo motivo è stato richiesto in un secondo momento anche l'intervento dell'elisoccorso, fatto atterrare in un campo vicino.

Gli operatori nel frattempo sono scesi per la riva, estraendo l'uomo dall'abitacolo, cercando di stabilizzarne le condizioni, apparse all'inizio critiche.

Il ferito è stato quindi adagiato sull'asfalto e stabilizzato per circa mezz'ora in strada. E alla fine la corsa verso l'ospedale dell'Angelo di Mestre è avvenuta in ambulanza, dove il sessantanovenne si trova ricoverato in condizioni gravi.

S.S. ha riportato vari politraumi, alcuni profondi, è tenuto costantemente monitorato.

Disagi si sono verificati per il traffico, con la strada bloccata in entrambe le direzioni per permettere i soccorsi: sul posto hanno lavorato per circa due ore gli agenti della polizia locale del Miranese e i vigili

del fuoco del distaccamento di Mirano, raggiunti dai colleghi di Mira.

La situazione è tornata alla normalità a metà mattinata, con il recupero dell'auto incidentata a opera dell'Aci Ghedin di Noale e la riapertura della viabilità.

Filippo De Gaspari

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista