Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Allarme inquinamento ne parla il Forum dell’aria

MIRANO. Un incontro con le associazioni e i cittadini per spiegare l'allarme sull'inquinamento atmosferico che, secondo gli organizzatori, le autorità sottovalutano. Dopo il presidio di fronte alla...

MIRANO. Un incontro con le associazioni e i cittadini per spiegare l'allarme sull'inquinamento atmosferico che, secondo gli organizzatori, le autorità sottovalutano. Dopo il presidio di fronte alla scuola elementare Azzolini e prima della grande mobilitazione di sabato in molti comuni del territorio, il Forum dell'aria organizza un'assemblea mercoledì alle 20.45 nella Casa della musica alla fine di via Gramsci: l'obiettivo è raccogliere nuove idee e confrontarsi con le associazioni e i comitati impegnati sul fronte ambientale: «Tutti sono giustamente preoccupati dell'aria a livello locale», ricorda il portavoce del Forum, Vincenzo Franzin, «in Italia, secondo il rapporto di Agenzia ambiente, si sono riscontrati ben 59.500 decessi per le polveri Pm 2,5 e 3.300 per l'ozono, mentre 21.600 sono quelli attribuiti al biossido di azoto. Ogni anno nel mondo vengono attribuite all'inquinamento atmosferico tre milioni di vittime». E la Pianura padana resta una delle aree più a rischio. Sotto accusa non c'è solo il traffico, ma anche i combustibili a uso domestico per la cottura, l'illuminazione e il riscaldamento, le centrali termoelettriche a carbone e la combustione dei rifiuti. Mercoledì il Forum darà anche informazioni sulla prossima iniziativa messa in campo dalle associazioni per sabato 18. (f.d.g.)