Quotidiani locali

La strada del Marango, un pericolo

Tra Caorle e Concordia una tra le vie turistiche più usate è ridotta a un groviera

CAORLE. Gravi problemi sulla strada del Marango, tra i comuni di Concordia e Caorle. La via attraversa in parte il territorio comunale di San Stino.

Gli ultimi eventi atmosferici, tra cui la fitta nevicata di quasi un mese fa, ha provocato la presenza di numerose buche sull’asfalto. Ce ne sono almeno una cinquantina di profonde e rappresentano un grave pericolo. Per evitarle, molti automobilisti invadono la corsia di marcia opposta, con il rischio di provocare un frontale. La strada di per sé, da sempre costituisce una spina nel fianco del ricco e variegato mappamondo delle strade nel portogruarese.

La strada del Marango, che assume due toponimi, strada Durisi e via Sant’Antonio prima e dopo il ponte sul Lemene, presenta diversi aspetti negativi. I segnali stradali mettono in guardia gli automobilisti dalla presenza di avvallamenti e dossi, ma non delle buche. Una di queste, formatasi di recente, presenta un diametro molto ampio e può provocare danni notevoli alle sospensioni a meno di non guidare un buon fuoristrada.

La strada non è molto larga e presenta una stesura di asfalto diversa a seconda dei comuni in cui ricade. La parte di Caorle sembra avere un manto più drenante rispetto alla zona che ricade in comune di San Stino.

La strada per Marango costituisce una delle più frequentate dell’intera Città Metropolitana, specialmente nei mesi estivi. È infatti la via più percorsa dai turisti che provenendo dall’Austria e dal Friuli vogliono

raggiungere Caorle nel minor tempo possibile. Ora però dal punto di vista della sicurezza è una galleria degli orrori, le buche hanno trasformato la via in una trasposizione stradale del gustoso formaggio Emmenthal. Sembra una strada da terzo mondo più che da paese turistico. (r.p.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon