Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Quarto, al via la bonifica del capannone incendiato

QUARTO D’ALTINO. Incendio alle Crete, l’Arpav ha scritto ai Comuni di Quarto d’Altino e di Marcon per indicare le modalità di rimozione dei residui del rogo e di bonifica del sito. L’incendio,...

QUARTO D’ALTINO. Incendio alle Crete, l’Arpav ha scritto ai Comuni di Quarto d’Altino e di Marcon per indicare le modalità di rimozione dei residui del rogo e di bonifica del sito. L’incendio, scoppiato nella serata di sabato, ha interessato un immobile adibito a garage e magazzino, in località Le Crete, lungo viale della Resistenza, proprio al confine tra Quarto d’Altino e Marcon. Al momento del rogo, all’interno del magazzino si trovavano quasi esclusivamente attrezzature meccaniche, legn ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

QUARTO D’ALTINO. Incendio alle Crete, l’Arpav ha scritto ai Comuni di Quarto d’Altino e di Marcon per indicare le modalità di rimozione dei residui del rogo e di bonifica del sito. L’incendio, scoppiato nella serata di sabato, ha interessato un immobile adibito a garage e magazzino, in località Le Crete, lungo viale della Resistenza, proprio al confine tra Quarto d’Altino e Marcon. Al momento del rogo, all’interno del magazzino si trovavano quasi esclusivamente attrezzature meccaniche, legna da ardere, due piccole bombole di gpl e limitati quantitativi di altri materiali, non classificabili come pericolosi. Nella tarda serata di sabato sono intervenuti anche i tecnici del Dipartimento Arpav di Venezia, allertati dai vigili del fuoco. «E’ stata inviata una nota al sindaco del Comune di Marcon e al sindaco del Comune di Quarto per l’adozione dei provvedimenti di competenza», spiegano dall’Arpav, «per lo smaltimento dei rifiuti originati dall’incendio e la bonifica del sito». Dall’Arpav spiegano che, vista la presenza di frammenti di lastre di presunto cemento-amianto, l’attività di bonifica con la rimozione dovrà essere effettuata da una ditta specializzata.(g.mon.)