Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Piomba in casa con l’auto nel cuore della notte

Campagna Lupia. Giovane alla guida di una Mercedes non vede la rotonda e va a sbattere contro un’abitazione: «Abbiamo sentito un boato tremendo»

CAMPAGNA LUPIA. Esce di strada a Campagna Lupia alle 4 del mattino su di giri con la sua Mercedes e piomba addosso ad una abitazione distruggendo l’auto e devastando l’edificio in cui stava dormendo una famiglia. Miracolosamente il giovane se l’è cavata con ferite non gravi.

Questo quello che ha combinato ieri un 25enne residente nel piovese che stava percorrendo la provinciale 13 quella che da Dolo porta a Piove di Sacco in direzione del centro padovano, a bordo della sua Mercedes a velocità sostenuta. L’auto correva nonostante il fondo ghiacciato e la temperatura fosse precipitata a -10 gradi. Il giovane non ha visto letteralmente la rotonda, e all’altezza dell’entrata del supermercato “Famila” è andato dritto e ha centrato la casa della famiglia Righetto.

«Abbiamo sentito un boato terribile – spiegano gli occupanti della casa – sembrava fosse esplosa una bomba pezzi dell’auto hanno spaccato le finestre e sono entrati in casa . Il muretto di ingresso è stato letteralmente abbattuto. Ci sono danni per migliaia e migliaia di euro».

I residenti frastornati ed impauriti, sono usciti per capire cosa fosse successo e hanno visto addosso alla casa la Mercedes accartocciata. Sul posto sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Chioggia e l’ambulanza dell’ospedale di Dolo e i pompieri della caserma di Mira. Il giovane è stato tirato fuori dall’auto e portato in ospedale a Dolo in forte stato di alterazione con ogni probabilità dovuto all’alcol. Per averne la certezza però i carabinieri attendono il responso ufficiale delle analisi del sangue che arriverà questa mattina. Per lui in questo caso, addio patente, multa pesantissima e tanti danni da pagare.

«L’auto – dice una residente – non ha letteralmente visto la rotonda è andata dritta a tutta velocità. I cartelli stradali li abbiamo trovati nei cortili, e in strada a 20 metri dall’impatto». L’area pericolante è stata transennata. Altri due incidenti con 4 feriti in Riviera del Brenta si erano verificati il giorno precedente a causa del fondo ghiacciato. In via Roma a Campolongo Maggiore un giovane di 31 anni del posto in sella ad una motocicletta è finito fuori strada ed ha centrato il muretto di una abitazione.

A Pianiga in pieno graticolato romano in via dei Cavinelli giovedì verso le 8 due auto con 3 persone a bordo si sono tamponate. I tre occupanti hanno riportato ferite guaribili in una trentina di giorni.

Alessandro Abbadir

©RIPRODUZIONE RISERVATA