Quotidiani locali

Cisl: «Palmare in autobus con bigliettaio»

DOLO. «Sulla necessità di avere dei palmari negli autobus per fare più biglietti r combattere l'evasione, siamo d’accordo con il presidente Actv Luca Scalabrin. Vorremmo però, che questi palmari,...

DOLO. «Sulla necessità di avere dei palmari negli autobus per fare più biglietti r combattere l'evasione, siamo d’accordo con il presidente Actv Luca Scalabrin. Vorremmo però, che questi palmari, fossero gestiti prevalentemente, come succede in tante altre realtà europee da degli steward o dei bigliettai e non lasciati agli autisti». Ad intervenire dopo l’intenzione annunciata dal presidente dell’Actv Luca Scalabrin, di collocare da febbraio dei palmari negli autobus di linea extraurbana a partire dalla linea 56 fra Padova e Venezia, è Marino De Terlizzi il segretario regionale della Filt Cisl. «Ci siamo sempre espressi – dice De Terlizzi – in modo favorevole, alla possibilità di mettere dei palmari a bordo degli autobus, ma pensiamo che sia opportuno darli da gestire a degli steward dei bigliettai e non agli autisti, escluso il momento in cui si trovano al capolinea. Il palmare ovvierebbe alla cronica carenza di rivendite di biglietti».

De Terlzzi spiega una serie di problemi in arrivo con i palmari agli autisti. «Innanzitutto questi autisti su linee così difficili come la 56 fra Padova e Venezia lungo la Riviera

del Brenta – dice – diventerebbero preda di malintenzionati, perché porterebbero con sé l’incasso delle vendite dei ticket. Poi va detto che se questa operazione venisse ripetuta su ogni corsa, il tempo di percorrenza degli autobus Venezia a Padova o a Dolo, raddoppierebbe». (a.ab.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista