Quotidiani locali

Fioreria, arrestato il rapinatore

Cinto. Michele Canton, 43 anni, pregiudicato. Prima del colpo ha picchiato il padrino di cresima

CINTO. È una vecchia conoscenza della cronaca nera del Portogruarese il responsabile delle due rapine, una tentata l’altra andata a segno la sera del 14 dicembre scorso a Cinto Caomaggiore. Si tratta di Michele Canton, 43 anni. L’uomo è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Alberto Rossi di Pordenone, su richiesta del pm Matteo Campagnaro.

Ieri mattina i carabinieri di Portogruaro lo hanno prelevato dalla propria abitazione di Cinto portandolo nel carcere del Castello, a Pordenone. I militari hanno accertato che Canton aveva bisogno di soldi per pagare una banalissima multa. Pochi giorni prima la Polizia metropolitana di Venezia (l’ex Polizia provinciale) lo aveva sorpreso a pescare in una zona vietata. Non sapendo come racimolare i soldi ha pensato di compiere le rapine a volto coperto. Prima ha tentato di rapinare il suo padrino di cresima. Già, perché in questa brutta storia di malavita locale, vittima e autore del primo tentativo sono legati da un vincolo. Enio Papais, residente in via Torino, si è rifiutato di consegnare il denaro e per tutta risposta è stato colpito alla bocca dal calcio della pistola, che si è scoperto essere una scacciacani. Papais e Canton per un periodo, tanti anni fa, avevano vissuto assieme. Canton si è poi incamminato poco distante, facendo irruzione nella fioreria di Samantha Campaner, in via Roma, portando via 150 euro. I carabinieri pochi minuti dopo i fatti, hanno ristretto la cerchia delle indagini a poche persone. Sono andati a fare visita a diversi pregiudicati, tra cui Michele Canton. Il 43enne indossava le stesse scarpe, la stessa felpa, gli stesi pantaloni dell’uomo che aveva compiuto i tentativi di rapina. La conformazione fisica era identica. Dalla perquisizione è spuntata pure la scacciacani.

Decaduta la flagranza del reato sono spuntate nuove prove e nuovi testimoni. Il pm di Pordenone Campagnaro ha chiesto la misura cautelare. Canton era uscito di galera da cinque mesi. Aveva scontato due anni e 8 mesi per un furto a La Sega, frazione di Gruaro.

Nel 2001 fu al centro del caso che riguardò l’uccisione di un residente di Cinto, che venne gettato nel pozzo e morì annegato: Pasqualino Atzara, 56 anni. ed era originario di Assemini. Per quell’episodio Canton rimase in carcere 12 anni.

Rosario Padovano

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista