Quotidiani locali

Trovato morto in cortile nella zona dello spaccio

È successo in via Monte Piana. Vicino al corpo del 50enne una siringa e un laccio Sul caso indaga la Squadra mobile: il pubblico ministero ha disposto l’autopsia

Un uomo di 50 anni, residente in via Aleardi, è stato trovato morto domenica sera poco dopo le 18 in via Monte Piana, una strada che corre parallela a via Trento, non troppo distante dalla stazione ferroviaria di Mestre. A lanciare l'allarme chiamando il 113 sono stati alcuni passanti e residenti che hanno visto l'uomo riverso a terra, apparentemente privo di vita. Sul posto sono intervenuti i medici del Suem, arrivati dall’ospedale dell’Angelo con l’ambulanza, i quali hanno constatato il decesso dell'uomo, avvenuto molto probabilmente per un’overdose di eroina. Questa, al momento, è l’ipotesi più accreditata, anche perché accanto alla vittima, M. V., che avrebbe compiuto 51 anni il prossimo agosto, sono stati trovati una siringa e un laccio emostatico, entrambi probabilmente appena utilizzati. Sul posto è intervenuta anche la polizia: il primo intervento è stato ad opera degli agenti delle volanti, anche se ora a occuparsi del decesso è la Squadra mobile.

L'uomo era già conosciuto alla forze dell’ordine per essere un tossicodipendente, motivo per cui sembrano esserci pochi dubbi sul fatto che, a ucciderlo, sia stata un’overdose, come è apparso anche ai medici che per primi sono intervenuti in via Monte Piana. L’uomo si trovava

nell’angolo di un giardino condominiale che probabilmente aveva raggiunto trovando un cancello aperto. Sarà comunque l’autopsia, disposta dal pubblico ministero di turno, Stefano Buccini, a fare definitiva chiarezza sulle cause della morte del cinquantenne.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics