Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Nuovo contratto all’Aprilia, 90 esuberi

La sede dell'Aprilia

Nessun licenziamento, garanzie per 260 lavoratori. Nuovi modelli: sul mercato arriva la Tuono 125

NOALE. Rinnovato il contratto di solidarietà allo stabilimento Aprilia di Noale sino al 31 gennaio 2017. La firma tra Fiom Cgil, Fim Cisl e azienda è arrivata lo scorso fine settimana e il provvedimento riguarderà 260 lavoratori, esclusi i 65 del settore Racing, impegnati soprattutto con le gare del Motomondiale e la Superbike. Per i 330 di Scorzè, invece, la partita era stata chiusa da qualche settimana. Resta il nodo degli esuberi, ancora una novantina tra le due fabbriche, mentre ci saran ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

NOALE. Rinnovato il contratto di solidarietà allo stabilimento Aprilia di Noale sino al 31 gennaio 2017. La firma tra Fiom Cgil, Fim Cisl e azienda è arrivata lo scorso fine settimana e il provvedimento riguarderà 260 lavoratori, esclusi i 65 del settore Racing, impegnati soprattutto con le gare del Motomondiale e la Superbike. Per i 330 di Scorzè, invece, la partita era stata chiusa da qualche settimana. Resta il nodo degli esuberi, ancora una novantina tra le due fabbriche, mentre ci saranno novità su nuovi modelli e motori a partire da inizio 2017.

Niente licenziamenti, dunque, anche se si spera che la ripresa del mercato delle vendite, registrata nel primo trimestre 2016, si possa rafforzare nei prossimi mesi. «Siamo riusciti a scongiurare eventuali lavoratori a casa», osservano i rappresentanti sindacali Michele Valentini (Fiom Cgil) e Matteo Masiero (Fim Cisl). Domani si terranno le assemblee sia a Noale sia a Scorzè, con gli interessati che dovranno dare il loro parere positivo all’accordo.

Solidarietà. L’intesa avrà la scadenza con l’inizio del nuovo anno, come successo nel recente passato. Sul monte-ore di lavoro, Aprilia ha assicurato che si proseguirà sulle 100 mila annue, come successo negli ultimi anni. Questo significa che ciascun dipendente riuscirà a essere impiegato come accaduto sinora.

Modelli. Tra le questioni sul tavolo anche il futuro dei nuovi prodotti da immettere sul mercato e fare concorrenza anche alle altre case; Aprilia è sempre stata molto competitiva sul terreno dei cinquantini ma ora si proverà ad aggredire pure altre fasce per attirare diversi clienti. Per la prima parte del 2017, sul mercato dovrebbe arrivare la Tuono 125, mentre la Rsv4 1000 e la Tuono 1100 avranno dei miglioramenti per adeguarli alle norme europee e dotarli degli Euro4 per ridurre le emissioni nell’aria: dall’1 gennaio 2017, tutti i nuovi motoveicoli immatricolati dovranno essere in regola. Gli ingegneri della casa noalese stanno studiando anche nuovi propulsori, che potrebbero diventare buoni per futuri modelli.

Esuberi. Ne restano attorno ai 90, un numero ancora alto se si considera che due anni fa erano 125 in totale. La firma tra le parti a gennaio 2014 ne aveva fissati 100 per Scorzè, 25 per Noale, ma nei mesi successivi se ne sono andati via attorno alle 30 unità. Ora siamo a quota 72 nel primo caso e una quindicina nel secondo.