Quotidiani locali

centri commerciali

Un pieno di aperture per il Primo maggio

Primo maggio di lavoro. Sulla scorta della deregulation del commercio, da diverse stagioni i centri commerciali rimangono aperti per accogliere clienti. Chi rimane in città tutto il giorno ha solo...

Primo maggio di lavoro. Sulla scorta della deregulation del commercio, da diverse stagioni i centri commerciali rimangono aperti per accogliere clienti. Chi rimane in città tutto il giorno ha solo l’imbarazzo della scelta. Fino a lunedì il sito dell’Auchan dava chiuso il primo maggio, doveva essere l'unico a fare festa. Ieri invece, viste forse le previsioni meteorologiche che non prevedono tempo bello, dietrofront: sarà aperto. Così come il centro commerciale Valecenter di Marcon, la Nave de Vero di Marghera, il Panorama, sempre a Marghera. Per i mestrini che amano rimanere nei pressi di piazza Ferretto sarà possibile frequentare il Centro Le Barche, con la consueta possibilità di fare colazione o brunch nella terrazza della Feltrinelli all'ultimo piano. Aperto ovviamente l'outlet di Noventa.

I negozi della città, invece, non seguiranno una condotta comune, seguendo le forze e le possibilità: alcuni esercizi di vicinato terranno aperto solo al mattino, altri osserveranno il riposo. Serrande alzate per tutti i negozi, e sono oramai moltissimi, gestiti da stranieri che seguono altre tradizioni e calendari e che sono abituati a lavorare no stop. «Il primo maggio sarò come sempre in piazza», commenta Luigino Boscaro (Uiltucs Uil). «Oramai, purtroppo, il problema è che la liberalizzazione degli orari è entrata nella cultura e nella mentalità della gente, anche se c'è ancora qualcuno che crede nei valori e nelle tradizioni. In provincia di Venezia, poi, la situazione è vergognosa. Spero che ci sia il sole, che sia una

bellissima giornata e che nei centri commerciali a fare shopping non ci vada nessuno, ma so già che non sarà così. L'unica nota positiva è che adesso, con la sentenza della Corte di Cassazione, i datori di lavoro non possono più obbligare i dipendenti a lavorare se non vogliono». (m.a.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista