Quotidiani locali

Camion sbanda e perde il carico svincolo dell’A4 chiuso per 3 ore

Tre manufatti d’acciaio pesanti sette tonnellate ciascuno nella corsia d’uscita del casello Mira-Oriago Sempre in autostrada tamponamento con incendio di un’auto: chi ha provocato l’incidente è scappato

MIRA. Camion sbanda e perde tre enormi lastre d’acciaio del peso di 7 tonnellate ciascuna che invadono la corsia all’uscita del casello Mira-Oriago dell’A4. Lo svincolo è rimasto chiuso tre ore e le ripercussioni sul traffico sono stati pesanti. Il fatto si è verificato ieri verso le 7,30 quando, a causa di uno sbandamento in curva, le cinghie che fissavano il carico al pianale del Tir, proveniente da Torri di Quartesolo ed entrato in autostrada a Padova Ovest, si sono spezzate.

Le lastre, che servono per contenere il cemento su ponti e cavalcavia, sono finite rovinosamente sul lato della strada, sfondando il guardrail. La segnalazione della perdita di carico è arrivata subito e lo svincolo in uscita è diventato off-limits fino alle 10 e mezzo. È dovuta intervenire un’autogru privata della ditta Top Car. Sul posto anche gli ausiliari Cav, la società che gestisce il tratto autostradale, e gli agenti della Polstrada che hanno deviato il traffico e fatto defluire i mezzi imbottigliati sullo svincolo. Fortuna che l’incidente è successo su un tratto a senso unico di marcia e non ha provocato feriti. Il conducente del Tir è infatti rimasto illeso.

Fuori dal casello, per regolare il traffico, hanno lavorato anche gli agenti della polizia locale di Mira. «Abbiamo cercato di fornire agli automobilisti le corrette indicazioni», spiega il comandante Mauro Rizzi. «Molti tir diretti alla zona industriale di Oriago infatti sono stati fatti uscire a Villabona e poi hanno raggiunto Oriago attraverso la camionabile 81. La situazione è stata sempre però sotto controllo».

Non è stato l’unico tamponamento che si verificato in zona. Giovedì pomeriggio, sempre lungo la A4 all’altezza di Arino, verso le 18.30 in un tamponamento un’auto alimentata a gpl è stata distrutta dalle fiamme ma l’autista del veicolo che ha provocato l’incidente non si è fermato. Il conducente ha fatto appena in tempo a fermare la corsa della sua auto fuori dalle corsie, in una zona di erba. In pochi istanti il fuoco si è propagato dal motore

all’intera carrozzeria, finendo per distruggere la macchina nonostante il pronto intervento dei pompieri.

L'uomo ha riportato ferite lievi. Ora è caccia all'auto che si è dileguata, probabilmente una Lancia Delta di colore bianco.

Alessandro Abbadir

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro