Quotidiani locali

martellago

Raffica di furti nelle auto, arrestati due nomadi

I carabinieri si sono finti ciclisti per appostarsi: la coppia bloccata mentre stava scassinando una Panda

MARTELLAGO. Carabinieri della stazione di Martellago hanno arrestato per furto e ricettazione in concorso due nomadi di etnia Sinti, Luca Bradichclasse (classe 1962) e  Sabrina Baffa (1996), sorpresi in flagranza di reato di furto su una autovettura parcheggiata nei pressi del parco “Laghetti” di Martellago.

Da giorni i carabinieri ricevevano segnalazioni di ripetuti furti ai danni di auto parcheggiate attorno al vasto parco ai margini dell’abitato di Martellago, sia dal lato via Castellana sia da quello di via Ca' Bembo: così i militari hanno indussato una tuta, sono montati in sella alle biciclette e si sono finti ciclisti in allenamento.

Nemmeno il tempo si posizionarsi su un sentiero secondario, che affaccia esattamente sul parcheggio di via Fornace, che giungeva nel piazzale sterrato una anonima utilitaria, che si fermava accanto a una Punto. Dalla macchina scendevano un uomo e una donna: lui "si dedicava" alla serratura posteriore della Punto, mentre la donna gli dava le spalle e “copriva” l’azione, vigilando il parcheggio e la strada di accesso.

Alla vista dei carabinieri, i due hanno iniziato a baciarsi, come presi da un improvviso afflato amoroso durante una passeggiata: a terra - però - una grossa forbice professionale, subito recuperata dai militari, insieme alla borsa appena trafugata dai sedili dell’auto. Di fronte a tali evidenze i due venivano fermati in flagranza del reato di furto aggravato ed arrestati. Veniva quindi rintracciata l’ignara proprietaria dell’auto che insieme ai militari constatava i segni di effrazione sulla serratura della portiera, che coincidono con le punte della forbice ed alla

quale veniva restituita seduta stante la borsa.

A casa dei due nomadi, altra refurtiva, riconducibile ad altri furti a danni di auto posteggiate in zona: oltre all'accusa di furto, è così scattata anche quella più grave di ricettazione: la coppia è ora agli arresti domiciliari.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista