Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il rocker Joe Lynn Turner a spasso per Venezia

Il live a Marghera, poi la passeggiata con la moglie Maya tra gondola e fan

VENEZIA. Doppio appuntamento veneziano per il grande cantante rock Joe Lynn Turner: domenica sera è stato protagonista di un’adrenalinica serata di musica per la quindicesima edizione di “Deep Purple & Family Convention Tribute” al Teatro Aurora di Marghera, mentre ieri con la giovane moglie (la sua terza consorte) Maya Kozyrava ha fatto un giro da turista per le calli veneziane dove è stato riconosciuto da molti fan, ha stretto mani e firmato autografi con grande disponibilità e simpatia.

È stata un’occasione veramente speciale per assistere ad una straordinaria esibizione dell’artista che ha dimostrato e sue grandi doti vocali e di showman consumato. Il pubblico ha risposto sempre con grandi applausi all’emozione di risentire dal vivo i suoi grandi pezzi del periodo con Deep Purple e i Rainbow oltre a qualche chicca della sua carriera solista. Tra i brani, “Love conquerers all”, “King of dreams”, “Spotlight kid”, “Stone cold”, “Can let you go”, “I surrender” e “Catch the rainbow”. Inoltre ha colpito la sua personale interpretazione di “Higway Star”, uno dei pezzi storici della formazione classica dei Deep Purple.

Il cantante italoamericano - il suo vero nome è Joseph Arthur Mark Linquito - nato 64 anni fa a Hackensack nel New Jersey, si è detto particolarmente felice della manifestazione benefica per Care&Share, organizzata dall’associazione “Nino Bocolo” e dalla Municipalità di Marghera. E lo ha sottolineato: «Mi piacerebbe tornare, l’anno prossimo», ha detto.

Cesare Battaggia, organizzatore della serata, ieri mattina, ha accompagnato per le calli di Venezia Turner e consorte. Il cantante che è stato riconosciuto da numerosi fan, ha stretto la mano a tutti e non si è sottratto al rito delle foto e degli autografi. Il rocker ha avuto modo di visitare piazza San Marco in una splendida mattinata di sole e di fare un romantico giro in gondola con la moglie. Davanti alla Basilica di San Marco si è emozionato: «Non ci sono parole per descrivere quello che si prova di fronte a tanta bellezza. Nella mia vita ho avuto la fortuna di girare il mondo e di vedere alcuni dei posti più incredibili del pianeta ma Venezia è unica. Mi era capitato anni fa di passere nei dintorni ma non avevo ancora avuto occasione di visitarla, sono felice di averlo fatto oggi».

Poi, ha aggiunto: «La risposta del pubblico di Marghera è stata eccezionale, loro danno energia a me e io gliela restituisco. Non so come mai ma grazie a Dio sento ancora il brivido quando sono sul palco, fortunatamente». Una ragazza tra il pubblico ad un certo punto si è emozionata fino alle lacrime. «C’è stato un feeling pazzesco con il pubblico, l’altra sera, l’emozione era palpabile». Passeggiando per Venezia, con l’immancabile giro in gondola,Il cantante ha voluto dedicare un pensiero speciale anche alla giovane moglie: «Lei è arrivata nella mia vita,come un angelo. Ha portato la luce nel mio cuore in un periodo in cui ero infelice e mi stavo autodistruggendo».