Quotidiani locali

Il caso

Venezia, la nave Bob Barker finisce in secca

L'imbarcazione della flotta di Sea Shepherd si stava spostando dall'isola della Certosa a Riva Sette Martiri per le visite guidate

VENEZIA. Imprevisto per la Bob Barker, la nave della flotta di Sea Shepherd più temuta dai balenieri giapponesi. La nave, nella mattina di sabato 6, è andata in secca vicino all'isola della Certosa. La nave stava raggiungendo il molo di Riva Sette Martiri per le visite guidate quando si è incaglianta nel canale dei Marani.

In soccorso della nave è intervenuta la Capitaneria di Porto (Foto d'apertura di Cristian Mazziol).  E' stata disincagliata solo in tarda serata, quando è salita la marea, così da poterla rimuovere senza disagi. Sul posto, oltre alla Capitaneria di Porto anche i motoscafi della guardia di Finanza.

Venezia, la nave Bob Barker incagliata a San Marco VENEZIA. Nonon ha fatto i conti con la bassa marea del mattino e ha finito per incagliarsi al Lido di Venezia: l'inconveniente è capitato alla Bob Barker, l'imbarcazione della flotta di Sea Shepard più temuta dai balenieri giapponesi. (Video Interpress grazie alla stazione navale della Gdf) Leggi l'articolo

La nave è stata la protagonista di 6 campagne antartiche in difesa delle balene nel “santuario” dei cetacei in Oceano del Sud e dell’ultima campagna in difesa del merluzzo dell’Antartico, Operazione Icefish, nella quale ha costretto alla resa, dopo un inseguimento record di 110 giorni, la famigerata nave bracconiera Thunder. Durante l’estate 2015 ha partecipato alla campagna in difesa dei globicefali, Operazione Sleppid Grindini, nelle Isole Farøe.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista