Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Idrovia, pressione dei sindaci soltanto Mira è contraria

MIRA. La Conferenza dei sindaci della Riviera del Brenta spinge per realizzare l’idrovia ma il Comune di Mira dice no. A spiegarlo è Marino Zamboni, presidente del Comitato Brenta Sicuro e in...

MIRA. La Conferenza dei sindaci della Riviera del Brenta spinge per realizzare l’idrovia ma il Comune di Mira dice no. A spiegarlo è Marino Zamboni, presidente del Comitato Brenta Sicuro e in rappresentanza di una trentina fra comitati e associazioni di Padova Venezia e Vicenza. «La Conferenza dei sindaci della Riviera del Brenta», spiega, «ha approvato (con la sola eccezione del Comune di Mira), e inviato all’Autorità di Bacino, una mozione che chiede l’inserimento dell’idrovia fra le oper ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MIRA. La Conferenza dei sindaci della Riviera del Brenta spinge per realizzare l’idrovia ma il Comune di Mira dice no. A spiegarlo è Marino Zamboni, presidente del Comitato Brenta Sicuro e in rappresentanza di una trentina fra comitati e associazioni di Padova Venezia e Vicenza. «La Conferenza dei sindaci della Riviera del Brenta», spiega, «ha approvato (con la sola eccezione del Comune di Mira), e inviato all’Autorità di Bacino, una mozione che chiede l’inserimento dell’idrovia fra le opere da progettare e iniziare entro il 2021, quindi con il piano di bacino approvato, in via definitiva, lo scorso 22 dicembre». La Conferenza dei sindaci Riviera comprende i Comuni di Camponogara, Pianiga, Campolongo Maggiore, Dolo, Fossò, Fiesso d'Artico, Stra, Vigonovo, Mira, Campagna Lupia.

Le osservazioni giungono dopo il voto espresso all’unanimità dalla Provincia di Padova alla mozione presentata in Regione a un’analoga interrogazione al Senato. «La mobilitazione delle istituzioni sul tema del “giusto completamento dell’idrovia” non è mai stata così ampia», dice Zamboni, «la riflessione dovrebbe arrivare anche all’amministrazione comunale di Mira, che ancora oggi si oppone al completamento di un’opera indispensabile assieme alle manutenzioni delle rive dei fiumi e ai bacini di contenimento a monte, per la salvaguardia di tutti i nostri territori».(a.ab.)